Il Monreale pareggia con il Leonforte, poi esplode la festa

1-1 dei biancazzurri nell’ultimo match casalingo del campionato. LE FOTO

MONREALE, 7 aprile – Festa doveva essere e festa è stata. La partita fra il Monreale calcio a 5 e il Leonforte, ultimo impegno casalingo stagionale dei biancazzurri, non aveva un significato particolare, se non quello di concludere nel migliore dei modi il cammino interno in campionato, salutando con entusiasmo ed allegria tifosi, sponsor e simpatizzanti.

L’obiettivo è stato raggiunto in pieno perché per 60’ le squadre si sono fronteggiate a viso aperto, dando vita ad un confronto equilibrato, tirato, ma corretto e poi, dopo il fischio finale è esplosa la festa di tutto il mondo biancazzurro, orgoglioso di avere concluso con una meritatissima salvezza un campionato giocato da matricola, che ha avuto momenti di grande difficoltà, ma che si è concluso tra sorrisi, abbracci e pacche sulle spalle. Ma si è concluso soprattutto con l’immancabile bottiglia di spumante per il raggiungimento di un obiettivo, quello della permanenza in serie C1, che, parliamoci chiaro, era l’unico traguardo possibile, per il quale tutti hanno lavorato.

La partita, che si è giocata alla presenza di un pubblico numeroso e caloroso, ha visto il Monreale andare in vantaggio al 23’ del primo tempo, grazie ad un gol di astuzia di Marco Casamento e poi il Leonforte pareggiare al 3’ della ripresa con la rete del bomber Furno, bravo a sfruttare un’indecisione della difesa monrealese.
Nel finale le emozioni più grandi. A 2’ dal termine il Leonforte ha beneficiato di un calcio di rigore che lo stesso Furno ha sprecato malamente, mandando la palla abbondantemente fuori dai pali difesi da Gregory Abbate. In pieno recupero, da parte opposta, il Monreale ha beneficiato di un tiro libero che il bravissimo Andrea Bruno ha mandato sul palo. E sul palo, pertanto, si sono infrante le speranze monrealesi di aggiudicarsi un match comunque ben giocato.
Poco importa: anche una vittoria contro la formazione ennese avrebbe avuto ben poco significato. Ben più importante e corposo il significato della festa successiva che si è scatenata al centro sportivo Florio al termine della partita. Alla presenza dell'amministrazione comunale e dell’Arma dei carabinieri che hanno presenziato all’incontro, i sostenitori biancazzurri hanno voluto rendere il giusto applauso ad una squadra che ha saputo tenere alto il nome di Monreale in giro per la Sicilia.
Sabato prossimo ad Agrigento, contro l’Akragas, calerà il sipario sul campionato. La partita sarà giocata per onor di firma, perché, come detto, il Monreale non ha più nulla da chiedere a questa stagione. Sarà l’occasione per onorarlo ulteriormente e ribadire quanto di buono espresso in questa bellissima stagione.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna