Monreale opaco, il Partinico vince la sfida di Coppa

Al centro Principe finisce 2-1. I biancazzurri, però, potrebbero essere ripescati

PARTINICO, 14 settembre – Un passo indietro sul piano del gioco, un altro su quello della corsa, un altro ancora su quello della grinta. Difficile, con queste premesse, ottenere un risultato positivo per il Monreale calcio a 5 al cospetto di un Partinico, che è sembrato più in palla e che non ha lesinato energie.

Nella seconda partita stagionale, quella valevole per il triangolare di Coppa Italia, il Monreale è uscito sconfitto col punteggio di 2-1, giocando un match sottotono, nel quale sono mancate diverse componenti importanti. Difficile mettere in difficoltà i rossoverdi che ci hanno creduto di più e che non si sono lasciati intimidire, malgrado lo svantaggio iniziale. Alla fine, quindi, il risultato non è sembrato molto lontano da quello che ha espresso il campo, anche se, forse, un pareggio sarebbe stato salomonico. Nel futsal, però, come nel calcio, ha ragione solo chi fa gol e oggi il Partinico ne ha fatti due.
Non tutto è compromesso, però, per l’approdo alla seconda fase della Coppa Italia, considerato che il Monreale potrebbe essere ripescato, in virtù dei risultati maturati sugli altri campi.
Venendo all’incontro di oggi, i biancazzurri sono passati in vantaggio al 16’ del primo tempo, grazie ad un calcio di punizione di Carlo Hamici. Ci si aspettava la botta secca di sinistro ed invece l’italo-algerino ha piazzato un piattone rasoterra al secondo palo che non ha lasciato scampo all’ex di turno, Gregory Abbate (uno dei migliori in campo).
Dopo il riposo, però è stato un altro Partinico, decisamente più pimpante, ma anche un altro Monreale, un po’ in sofferenza. Ed il pareggio dei padroni di casa è sembrato il logico epilogo di una superiorità che durava già da qualche minuto. Ci ha pensato Filippo Giangrande al 15’ a piazzare un pallone sotto l’incrocio, battendo un Gabriele Di Maria, comunque impeccabile.
A quattro minuti dalla fine poi, il vantaggio partinicese: sesto fallo di squadra per il Monreale e conseguenziale tiro libero per il Partinico, che lo stesso Giangrande con freddezza ha trasformato con un destro rasoterra. Nei minuti finali lo sterile forcing del Monreale non ha prodotto gli effetti sperati ed al triplice fischio poteva esplodere la gioia rossoverde. Il Monreale adesso dovrà aspettare di conoscere con esattezza il quadro dei risultati degli altri gironi per sapere se sarà ripescato e quindi proseguire il suo cammino in Coppa Italia.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna