Tennis, nel Challenger Cmc di Caltanissetta Lorenzi si conferma: a premiare è Tonino Russo

Secondo vittoria consecutiva per l’azzurro, ormai stabilmente nella top 40 Atp

CALTANISSETTA, 19 giugno – E’ stato il monrealese Tonino Russo, in rappresentanza della Cmc, l’azienda sponsor della manifestazione, a premiare ieri Paolo Lorenzi, il tennista azzurro che si è imposto nel torneo Challenger che si è disputato nei giorni scorsi al tennis club di Caltanissetta. Lorenzi, numero 36 della classifica Atp, al suo secondo successo consecutivo, in finale ha sconfitto la resistenza di Alessandro Giannessi (118° della classifica mondiale), col punteggio di 6-4, 6-2.

Il torneo nisseno si conferma un appuntamento di assoluta importanza nel panorama tennistico nazionale ed attualmente figura come il secondo torneo italiano, dopo quello del Foro Italico di Roma.
“Mi chiedono sempre perché a Caltanissetta vengo da solo, senza coach o preparatore – ha detto lorenzi a fine match – l La risposta è semplice: perché ci siete voi. Non ho più parole per dimostrare la mia riconoscenza verso questa città”. Giannessi, comprensibilmente appagato dopo il raggiungimento dei top-100 ATP, nonché vittima di qualche problema fisico, non si è espresso al meglio in una finale che è filata via liscia per Lorenzi, sempre più “Re” di Caltanissetta. Non è una metafora, dal momento che il sindaco Giovanni Ruvolo gli ha conferito la cittadinanza onoraria, nel rispetto di una promessa fatta lunedì scorso, durante il Kids Day. Ma ciò che rende speciale il secondo più ricco torneo italiano è il pubblico, la travolgente passione che accompagna l'intera città per i nove giorni di gara. A seguire la finale c'erano oltre 2.000 persone. Si sono arrampicati ovunque, anche sulle tribune del campo adiacente: per accontentare tutti, gli organizzatori hanno predisposto uno schermo sopra la tribuna per tutti quelli che non sono riusciti a trovare posto.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna