Casaboli pronta ad accogliere il parkrun

La disciplina conta un numero sempre crescente di appassionati

MONREALE, 4 agosto – Ci sono persone che grazie ai loro desideri e alle loro scelte fanno in modo che certe passioni vengano trasmesse da un luogo all’altro, in giro per il mondo. Condividere in amicizia il proprio tempo, attraverso lo sport, è il modo più sano e immediato che permette a tutti di esprimere solidarietà e vivere il proprio territorio in maniera etica e comunitaria preservandolo e rendendolo accessibile a tutti.

 L’Ecocampus Casaboli è una consolidata realtà di servizi integrati nell’ambiente naturale nata da un gruppo di giovani alacri che con infinita tenacia offrono la possibilità di praticare sport outdoor, passeggiate all’aria aperta, percorsi didattici formativi, campi scuola, tiro con l’arco e ben presto anche parkrun.
Il parkrun nasce nel 2004 grazie a Paul Sinton-Hewitt che con amore incrollabile un giorno, insieme ad un gruppo di amici amatori, si ritrovo’ a correre in un parco di Londra. Attualmente questa attività viene svolta in più di 1500 parchi nel mondo e presto anche a Casaboli dunque. In Italia, il responsabile country manager del parkrun è Giorgio Cambiano, ingegnere navale con la passione della corsa. In Sicilia, questa manifestazione si svolge con grande regolarità al Foro Italico, nel Parco Uditore, in Favorita e nel piccolo parco urbano di Montelepre.
Tale progetto, frutto di un’acuta collaborazione tra le parti per la quale determinante è stata la "mediazione" di Alberto Arcidiacono, ex presidente del Consiglio comunale, nasce dal desiderio di proteggere il meraviglioso patrimonio boschivo di Casaboli con un’iniziativa in grado di contemperare il godimento responsabile del territorio alla salvaguardia dello stesso. Infatti, un territorio presidiato è un territorio sicuro.

Per approfondimenti www.parkrun.it / www.ecocampuscasaboli.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna