Tiro a volo, Il Tav Monreale vince la Coppa Sicilia

Si aggiudica il trofeo “Saro Avveduto”. LE FOTO

TORRETTA, 7 marzo – Grande impresa per il Tav Monreale, la società di tiro a volo, che riesce nell’impresa di vincere la Coppa Sicilia di Fossa Olimpica intitolata “II Trofeo Saro Avveduto” superando in pedana società molto più grandi e blasonate grazie alle prestazioni di un gruppo di amici tiratori come: Umberto Pagnotta, Fabrizio Savoca, Giuseppe Lotà, Francesco Gorgone, Vincenzo De Blasi e Maurizio Lupo, dalla grande esperienza e determinazione.

E’ avvenuto domenica scorsa 3 marzo, sui campi del Tiro a volo Torretta di Caltanissetta, dove le dodici migliori squadre dell’isola hanno dato vita ad una gara entusiasmante e combattuta sin dalla prima serie.
Subito in testa il quartetto composto dal Tav Mothia (TP), Tav Pachino (SR), Tav Torretta (CL) e Tav Monreale appunto: separate dal minimo scarto nella prima serie e destinate a occupare la zona alta della classifica per tutto il resto della gara, dando vita ad avvincenti inseguimenti e continui avvicendamenti al vertice.


Nella seconda e terza serie, infatti, Mothia e Monreale sfoderavano entrambe un 140/150, migliore punteggio di giornata, che lasciava subito intendere alle altre le intenzioni dei due sodalizi occidentali. Non era da meno Pachino, giunta poi seconda, più regolare nei punteggi delle quattro serie, al punto da superare nell’ultimo giro la squadra di casa del Tav Torretta, incappata in un 129/150 che le ha comunque consentito di salire sul terzo gradino del podio.
Scivolata invece in quarta posizione il Tav Mothia, che nelle ultime due serie non ha tenuto il livello delle prime due totalizzando soltanto un 125/150 e un 129/150: alle sue spalle troviamo in classifica La Contea, Siracusa, Traversa, San Demetrio, Marsala, Castanea, Terrasini II e Interdonato.
Non sono mai riuscite ad entrare in partita invece altre due “grandi”: il Tav Marsala e il Tav La Contea vincitrici dei titoli appena sette giorni addietro. La prima decisamente in giornata negativa, mentre troppo forti probabilmente i sentimenti legati alla commemorazione del “padre” del tiro a volo siciliano Saro Avveduto per consentire a La Contea lo svolgimento di una gara con la necessaria scioltezza.


Sentimenti ed emozioni che sono stati d’altronde presenti nell’aria durante tutta la giornata, come anche nel cuore e nella mente di tutte le società e di tutti i tiratori presenti.
La manifestazione è stata impreziosita dalla presenza del Vice Presidente del Coni Sicilia, nonché dirigente nazionale della FIGC, Sandro Morgana. Il quale ha onorato la nostra manifestazione partecipando sia al momento di commemorazione per Saro che alla premiazione finale, pronunciando parole di grande apprezzamento e ammirazione per Saro e per il nostro Sport.
E’ questo, e lo sarà anche per il futuro, il momento del tiro a volo siciliano dedicato alla memoria di Saro Avveduto. Conoscendolo bene, ne siamo certi, apprezzerebbe di essere ricordato durante una gara di tiro importante come questa, perché il tiro e i campi sono stati per lui la principale ragione di vita.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna