Calcio femminile protagonista di ‘’Women in football’’ oggi a piazza Guglielmo

La manifestazione è stata organizzata dalla Fedrcalcio in collaborazione con il Comune di Monreale. LE FOTO

MONREALE, 28 giugno – La musica gradevole del service dell’associazione Agape di Enzo Salvia, tante ragazze festanti, partite combattute, nonostante il gran caldo, con un unico grande obiettivo, un unico comun denominatore: quello della promozione e della valorizzazione del calcio femminile.

Una disciplina che, trascinata dalla nostra splendida squadra nazionale, che domani se la vedrà con l’Olanda nel quarto di finale del campionato del mondo, sta crescendo progressivamente, coinvolgendo sempre di più mezzi di informazione, opinione pubblica ed imprenditori.
La manifestazione “Women in football” si è tenuta oggi pomeriggio a piazza Guglielmo, davanti al duomo patrimonio dell’Unesco ed è stata voluta dal comitato provinciale della Lega Nazionale Dilettanti della Federcalcio, che ha agito in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale. Si tratta di un evento incluso nel pacchetto di iniziative organizzate la settimana scorsa per la promozione dello sport locale.


Oggi pomeriggio a Monreale faceva un caldo torrido, eppure le ragazze ci hanno dato dentro, sfidandosi in partitelle combattute. Un po’, così come ha osservato il sindaco Alberto Arcidiacono, come si faceva un tempo, quando non esistevano i campi di calcio a 5 e i ragazzini giocavano per strada in campetti improvvisati, con regole che oggi farebbero sorridere, ma dalle quali sono passate decine di generazioni.
Presenti c’erano le società: Vigor Montelepre, Partinico calcio, Ludos Palermo, Marsala calcio, Balestrate, Villabate, Le Ali di Belmonte e quindi Monreale e Conca d’Oro Monreale. La Federcalcio, che ha fortemente voluto lo svolgersi della manifestazione era presente con Dino Corbo, componente del comitato regionale, Maximiliano Birchler, delegato regionale del calcio a 5, Giuseppe Mistretta, responsabile regionale del calcio femminile, Fabio Cardella, delegato provinciale della Lega Nazionale Dilettanti, Stefano Aiello, responsabile dell’attività di base. L’evento, come ha osservato Birchler, potrebbe essere calendarizzato ed allargato ad altre società, per promuovere ancora di più l’attività di base e del calcio femminile in particolare.


“E’ il calcio romantico di una volta – ha osservato il sindaco Alberto Arcidiacono, che vanta un passato da discreto giocatore ai tempi della gioventù – quando si giocava per strada con gli zaini che delimitavano le porte. E noi adesso vogliamo trasmettere ai giovani questi stessi valori”. “Momenti di aggregazione e di socializzazione che non vanno sottovalutati” gli ha fatto eco l’assessore allo Sport, Rosanna Giannetto.
“Nostro scopo – ha chiosato, Dino Corbo, a nome della Figc – è quello di recuperare il calcio della gente. Recuperare lo spirito del calcio attraverso manifestazioni come questa”.

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH