Insidious 2 (2013)

Il secondo capitolo di Insidious riprende esattamente da dove terminava il precedente, con la famiglia Lambert che crede di aver ritrovato la pace ma così non è. La polizia indaga sulla morte della medium Elise, mentre Josh (Patrick Wilson) si comporta in modo sempre più strano. Sia la moglie Renai (Rose Byrne) che il figlio Dalton, che può viaggiare nel mondo dei morti con lo spirito durante il sonno, ricominciano a "sentire" nuove presenze che li perseguitano in casa. Toccherà alla madre Lorraine (Barbara Hershey) indagare tra le ombre del passato. 

James Wan riporta sul grande schermo le (dis)avventure paranormali dei Lambert, per la gioia degli innumerevoli appassionati del primo film e non delude le aspettative, confezionando un'opera che, pur senza rivoluzionare la "metrica" del precedente, dispensa dosi massicce di tensione e paura. Il ritmo è serrato, con qualche battuta d'arresto nei momenti di spiegazione utili a dipanare l'intreccio; è comunque ben congegnato l'aggancio tra i due film, soprattutto per l'idea di introdurre un villain degno del miglior Freddy Krueger.

Insidiuos si presenta in una veste sontuosa: volutamente libero da artifizi digitali, si rifà ad un'estetica codificata almeno un quarantennio fa. Non è azzardato, infatti, ritrovare gli insegnamenti di alcuni grandi maestri dell'horror (e del cinema tout court) come Mario Bava o, più recentemente, Stanley Kubrick: il primo lo ritroviamo nelle inquadrature sghembe e nei colori "lisergici"; il secondo nell'abbrutimento psicologico di Josh che si rifà al Jack Torrence di Shining.

Le citazioni potrebbero comunque spingersi ben oltre: dal Wes Craven di Nightmare al William Friedkin de L'Esorcista, passando per decine di altri. In un momento storico in cui l'horror sembra languire in una palude di mediocrità e infiniti dejavù, Insidious rappresenta una boccata d'aria fresca, da accogliere senza indugi e a pieni polmoni. L'indole citazionista del suo creatore non scade mai nel plagio e si muove costantemente nell'ambito di una metrica molto personale ma soprattutto maledettamente funzionale. In parole povere, Wan ha individuato la formula giusta. Vedremo se sarà tanto intelligente da fermarsi un attimo prima che diventi stantia. Intanto recuperate il primo capitolo della serie, se ancora non lo avete visto, quindi entrate in questo luna-park degli orrori, imbastito da un mestierante che è ormai divenuto garanzia di qualità.

GIUDIZIO: 7,5/10

Trailer

Tutte le immagini e i video proposti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email, saranno immediatamente rimossi.


Dati
Titolo originale: Insidious: Chapter 2
Paese: Stati Uniti d'America, Canada
Anno: 2013
Durata: 105 min
Genere: horror, thriller

Cast tecnico
Regia: James Wan
Soggetto: James Wan, Leigh Whannell
Sceneggiatura: Leigh Whannell
Produttore: Oren Peli, Jason Blum
Casa di produzione: IM Global, Entertainment One, Blumhouse Productions
Distribuzione (Italia): xxx
Fotografia: John R. Leonetti
Montaggio: Kirk M. Morri
Musiche: Joseph Bishara Scenografia: Jennifer Spence

Interpreti e personaggi
Patrick Wilson: Josh Lambert
Rose Byrne: Renai Lambert
Barbara Hershey: Lorraine Lambert
Ty Simpkins: Dalton Lambert
Lin Shaye: Elise
 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH