Detenzione ai fini di spaccio, padre e figlio arrestati dai carabinieri

Per entrambi disposta la misura dell’obbligo di dimora

PALERMO, 7 febbraio – I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Monreale hanno tratto in arresto due palermitani, padre e figlio, A.M. e A.D, rispettivamente di 43 anni e 18 anni, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di hashish.

I due sono stati sorpresi ad occultare in casa 7 panetti di hashish, da 100 grammi l’uno, e 4 dosi della stessa sostanza per un totale di 8 grammi. Inoltre, sono stati rinvenuti materiali per il confezionamento, un bilancino di precisione e 535 euro, ritenuto provento dell’attività illecita.
Al momento del controllo, il figlio ha tentato a scappare sui tetti con tutta la sostanza addosso, ma è stato subito fermato.
L’autorità giudiziaria ha disposto che padre e figlio fossero sottoposti agli arresti domiciliari, in attesa della convalida per rito direttissimo. In quella sede il Giudice ha convalidato l’arresto e disposto la misura dell’obbligo di dimora nel comune di Palermo per entrambi.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna