Settimana di Musica Sacra: buona la prima, ma il pienone non c’è

Splendida esecuzione dell’Orchestra Sinfonica Siciliana nella serata inaugurale. LE FOTO

MONREALE, 13 dicembre – Un’ora esatta di buona musica per sgombrare la mente da cattivi pensieri, riconciliarsi col mondo e ritemprare lo spirito. Il concerto d’apertura della 56ª edizione della “Settimana di Musica Sacra” di Monreale può essere servito anche a questo.

A far da protagoniste sono state le note di Mozart (Exultate Jubilate k 165) e di Boccherini, col suo celeberrino “Stabat Mater”, eseguite magistralmente dalla sezione degli archi dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, sotto la brillante direzione di Silvia Spinnato e con le splendide voci del soprano Valentina Vinti, del mezzosoprano Lorena Scarlata e del tenore Rosolino Cardile. Il resto lo ha fatto la magnificenza del duomo. Un ambiente unico che rende suggestiva qualsiasi nota.

Alla serata hanno preso parte l’arcivescovo di Monreale, monsignor Michele Pennisi, il sindaco, Piero Capizzi, il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Di Verde, gli assessori Giuseppe Cangemi, Toti Zuccaro e Nadia Olga Granà, il consigliere ocmunale Manuela Quadrante. Presenti in forze anche i rappresentanti dell’Arma dei carabinieri con il comandante della Legione Sicilia, generale di Brigata, Riccardo Galletta, il comandante del Gruppo Monreale, tenente colonnello Piero Sutera, quello della Compagnia, Guido Volpe e della Stazione, maresciallo Gianluca De Venuto.

Quello che è mancato, purtroppo, è stato il pienone. Le ultime file della cattedrale presentavano degli ampi spazi vuoti, solo in parte giustificabili con la serata dedicata ai bagordi alimentari di Santa Lucia. Più plausibile leggerli come un preoccupante segno di decadenza di alcuni valori culturali, soprattutto se si pensa ai bei tempi andati di qualche decennio fa, quando in cattedrale, in occasione della Musica Sacra, non si poteva nemmeno entrare per l’enorme afflusso di spettatori. Chi è rimasto a casa, comunque, ha avuto torto, perché l’esecuzione è stata magistrale e il concerto ha regalato grandi emozioni.
La “settimana” proseguirà domani sera con il concerto per organo eseguito dal maestro Diego Cannizzaro.

 

Commenti  

#1 Boccacciamia 2016-12-14 12:59
Caro Direttore.
Ci si meraviglia del fatto che il pienone non c'è stato. ma ci si è chiesto il perchè?
E' gia da tempo che la Settimana di Musica sacra di Monreale è in decadenza per varie ragioni, ma la più importante è quella che ormai i musicofili disertano sistematicament e l'evento per un solo motivo: le esecuzioni orchestrali non sono all'altezza del luogo. Non per gli esecutori o per le orchestre invitate ma perchè il posizionamento degli esecutori di quà della balaustra pone seri problemi di acustica, che fanno risultare il suono pasticciato e con riverberi. Detto questo bisogna ricordare che il "focus" acustico della nostra splendida cattedrale è esattamente dove è posizionato attulmente l'altare e che quindi qualunque esecuzione al di fuori di questo "focus" acustico è nettamente scadente! Non a caso l'ultima esecuzione corretta a mia memoria effettuata da questo luogo è stata quella del M.stro Muti che ha preteso dall'allora Arcivescovo Naro il posizionamento dell'orchestra proprio lì aldilà della balaustra (peraltro come si ricorderà sua Eccellenza.non ebbe la fortuna di partecipare all'evento perchè passato i quei giorni a miglior vita.) Altra sorte , si spera ,avrà invece l'secuzione organistica di stasera dove aldilà dell'indiscusso valore dell'esecutore lo strumento è posizionato esattamente nel "focus" acustico. Per concludere: "le cose se si fanno anche nel piccolo si devono far bene". le presenze per "piaggeria" o per "passerella" lasciamole ad altri luoghi ed altri momenti. Fino a quando l'attuale gestione del duomo preclude queste elementari regole evitiamo di fare manifestazioni del cavolo. Trasformiamo la Settimana di Muscica Sacra di Monreale in Festival "ORGANISTICO" invitando Maestri da tutto il mondo mentre riserviamo le esecuzioni orchestrali sinfoniche e da camera in altri luoghi più consoni.
Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna