Fondi per i precari, al Comune di Monreale assegnati per il primo semestre 553.000 euro

Giacopelli (Cisl-FP): “L’amministrazione Capizzi potrebbe deliberare ulteriori stabilizzazioni”

MONREALE, 20 luglio – Sono state finalmente sbloccate le risorse destinate agli enti comunali siciliani presso cui prestano attività i dipendenti già appartenenti al bacino dei lavoratori socialmente utili, ossia i cosiddetti “contrattisti”.

Con apposito decreto, l’assessorato regionale delle Autonomie Locali ha infatti autorizzato la liquidazione delle somme da corrispondere agli enti, relativamente al primo semestre di quest’anno, per sostenere le spese riferite all’impiego dei lavoratori precari.
“Il provvedimento assessoriale per lo stanziamento e l’erogazione di questi contributi è stato firmato esattamente ieri - rende noto il segretario aziendale della Cisl-Funzione Pubblica, Nicola Giacopelli - e riguarda, in ambito generale, la ripartizione di un importo complessivo oltre 32,6 milioni di euro. Sono in tutto 116 gli enti locali dell’Isola che riceveranno, credo a breve, le assegnazioni finanziarie loro spettanti: per quanto concerne il nostro comune, le risorse in arrivo ammontano a poco più di 553.000 euro, una cifra tutt’altro che irrilevante per dare linfa alle casse municipali”.

Nel corso del 2015 e del 2016 circa un terzo dei lavoratori precari in servizio al Comune di Monreale sono stati stabilizzati: “Nell’ambito di quanto consentono le vigenti disposizioni legislative e le condizioni finanziarie dell’ente - aggiunge Giacopelli - per l’amministrazione Capizzi sussiste la possibilità di deliberare ed attuare, nel corso di quest’anno, ulteriori assunzioni a tempo indeterminato. Occorre che sia chiaro che l’eventuale dichiarazione di dissesto non andrebbe a compromettere la situazione dei lavoratori precari, né per le proroghe, né per i nuovi processi di stabilizzazione, considerando peraltro che nel nostro comune non vi è personale in esubero o in eccedenza”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna