Monreale, rete idrica vetusta, i guasti sono continui

La vecchia ghisa andrebbe sostituita con il polietilene

MONREALE, 19 settembre - A Monreale tanti chilometri di rete idrica da cui passano migliaia di metri cubi di acqua potabile. Di questo quantitativo che scorre nella rete di distribuzione una forte percentuale viene dispersa. A darci questa immagine impietosa sono i continui guasti.

Il sistema idrico di Monreale, è il caso di dirlo, naviga in brutte acque. Lo dimostra il susseguirsi dei guasti nel suo vecchio e martoriato impianto. Si tratta di rotture che fanno registrare un susseguirsi di perdite con relativi scavi e riparazioni a macchia di leopardo con un’opera di pronto soccorso da parte dell’Acquedotto comunale, assieme alla ditta appaltatrice.
La causa del malfunzionamento è da ricondurre alla vecchiaia della condotta, messa sotto terra forse senza una precisa mappa negli anni ’50. In teoria servirebbe sostituire l’intero impianto, mandando via il sistema in ghisa minato dalle continue correnti galvaniche e sostituirlo con il polietilene.
Non è semplice sapere se a Monreale sia stata mai avviata una richiesta di finanziamento europeo per rinnovare questo impianto. Mentre esiste un unico intervento previsto per il rifacimento totale dell’impianto idrico rivolto al quartiere Carmine. Si tratta del progetto di recupero del quartiere storico, per il quale dovrebbe arrivare dalla Regione un finanziamento di 3, 8 milioni di euro. Si tratta, in questo caso sì di fondi europei (Po Fesr Sicilia 2007-2013).

 

Di Fulco - Macelleria
Studio Valerio
Ottica Nuova Visione