La setta degli angeli

la setta degli angeli

Di Andrea Camilleri

Lascia l’amaro in bocca assai più degli altri romanzi questa nuova opera di Andrea Camilleri ispirata da un fatto, purtroppo, vero. Libro appassionante e avvincente, come tutti quelli dell’Autore, ma che ci rattrista mostrandoci quegli aspetti della vita in Sicilia che tutti abbiamo sperimentato e che non ci fanno onore. L’occasione è un fatto storico verificatosi ad Alia all’inizio del ‘900.

n prete corrompe delle ragazze minorenni e viene deferito all’autorità giudiziaria. Matteo Teresi, giornalista avvocato, ex farmacista, direttore della rivista “La Battaglia”, svolge un’indagine ed arriva all’agghiacciante scoperta che i preti di Alia hanno fondato una setta ed abusano sessualmente di ragazze minorenni, raggirandole con la menzogna, raccontando loro che gli atti sessuali che essi le costringono a subire sono un’occasione di santificazione.

Teresi scrive un articolo di fuoco sul suo giornale e poi sprona i cittadini a ribellarsi all’imposizione del silenzio da parte del clero, degli agrari e dei mafiosi che si sono alleati nella difesa del proprio sistema di potere spacciato, come sempre, per senso dell’”onore”. L’articolo di Teresi suscita un’ondata di odio nei suoi confronti che provocherà la sua partenza per gli Stati Uniti.

Questi i fatti. Si potrebbe dire: sempre la solita storia! Ma è una gran brutta storia e fa rabbia vedere un intero popolo costretto all’obbedienza ad una legge mai scritta, più potente di qualunque Costituzione: la legge dell’angheria e della rassegnazione, del favore e del privilegio e mai del diritto.

La legge mafiosa, insomma! Camilleri mantiene, nel romanzo, il nome vero di Teresi e del suo giornale, per rendergliene omaggio. Ci narra gli eventi in modo da farci appassionare ai fatti e alle circostanze, ci fa ridere, appagando il nostro bisogno di distensione, ma ci dà anche veri e propri pugni allo stomaco per la natura raccapricciante e scabrosa dei fatti e per la bassezza morale dei preti colpevoli.

Allarga, poi, il campo visuale alla reazione degli uomini delle Istituzioni, alla loro ipocrisia, al loro servilismo ed alla conseguente restaurazione della legge mafiosa. Ci rimane la consolazione che anche l’avvocato Teresi è siciliano. Libro imperdibile, da leggere d’un fiato, ma avremmo preferito pensare che fosse solo frutto di fantasia!

Rosa La Rosa

La setta degli angeli
di Andrea Camilleri

Editore: Sellerio

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH