L’Atletico Monreale arriva al traguardo: sarà Serie C2

Ieri concitata vittoria sui Delfini nell’ultima di campionato, dopo la sospensione della gara. LE FOTO

PALERMO,12 maggio – L’obiettivo alla fine è stato centrato. Questo è il dato più importante e da dquesto dato bisogna partire. L’Atletico Monreale piega la resistenza dei Delfini e viene promosso direttamente in serie C2 di calcio a 5, senza passare dalla roulette russa dei playoff.

Dopo il Real Phoenix che vince il campionato di Serie D, tocca quindi all’Atletico del presidente Marcello Vaglica che chiude la stagione a -1 punto dalla prima e a +11 punti sulla terza, conquistando come da regolamento la promozione diretta. Per dovere di cronaca va premesso che la gara di ieri a 3 minuti dal fischio finale è stata interrotta sul risultato di 5-3 per l’Atletico a causa dell’aggressione all’arbitro da parte di un giocatore della squadra di casa. Un episodio dal quale occorre prendere le distanze senza se e senza ma, perché si colloca decisamente al di fuori del mondo dello sport e sul quale la giustizia sportiva prenderà i suoi provvedimenti.


La vittoria dell’Atletico, comunque, e quindi la promozione in C2, non è in discussione: in setimana sarà il giudice sportivo a stabilire se andrà confermato il risultato del campo, che, peraltro, era favorevole ai monrealesi, o se invece, la gara sarà data a questi con lo 0-6 a tavolino. In un caso o nell’altro, l’Atletico sa solo che l’anno prossimo disputerà il campionato della categoria superiore.
È stato un anno lungo sofferto, travagliato, quello dei monrealesi: con infortuni uno dopo l'altro, la finale della coppa Trinacria svanita negli ultimi istanti del secondo tempo supplementare contro il Tiki Taka. La sconfitta a tavolino e la decurtazione dei 3 punti contro il Corleone battuto più che meritatamente sul campo. Insomma l’obiettivo di essere promossi direttamente, anche se all’ultima gara, è stato raggiunto e meritato fuori e dentro il campo. Una stagione cpn tanto impegno da una società che al primo anno nel mondo del calcio a 5 ha dimostrato lealtà e sportività dando vita a delle partite di buon livello tecnico.


Tornando a quella di ieri, la gara inizia già con limpide azioni goal facilmente neutralizzate. A sbloccare la partita è il matador di giornata Pietro Costantino che a secco da un paio di partite si riscatta con una tripletta d’oro. I Delfini di capitan Minardo, uno dei personaggi più noti del calcio a 5 palermitano, trovano il pareggio e il sorpasso con azioni da manuale, di fronte alle quali nulla ha potuto la retroguardia monrealese. Il 2-2 è ancora del “Costa”, che su errore di Romeo intercetta palla e insacca in rete. Prima dello scadere di tempo, su tiro angolato Lo Bello intercetta ma un rimpallo su Tripolini lascia la palla vagante in area insaccata dal pivot dei Delfini per il 3-2 con il qual termina primo tempo. Nell’intervallo non serve parlare a mister Sorrentino: l’intesa di sguardi con i propri ragazzi vale piu di mille parole. Bomber Tripolini non segna, ma serve ottimo assist al bacio per Lo Giudice che con un sinistro chirurgico trova il 3-3. Sugli scudi il numero 1 monrealese Luca Lo Bello, che nel secondo tempo blinda la porta mantenendo il risultato 3-3. Goal del vantaggio di Ciccio Lo Giudice che nel migliore momento dei padroni di casa trova la segnatura e scoppia la gioia sugli spalti. Chiude la gara Costantino, su ennesima palla intercettata su errore di Romeo , la palla lentamente dal centro campo si avvia verso la Porta spinta dai “soffi” monrealesi . A 3’ dal termine il brutto episodio dell’aggressione all’arbitro, che sancisce il termine della gara. Dopo svariati minuti la partita viene definitivamente sospesa ed arriva la certezza della vittoria. Inizia la festa dell’Atletico Monreale C5 che era solo “D Passaggio”. Vittoria, come afferma la società, dedicata a tutti i tifosi numerosi anche nelle trasferte, agli sponsor sempre presenti e che hanno creduto in un gruppo di ragazzi monrealesi.

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH