• Prima pagina
  • Sport
  • Calcio a 5: Coppa Sicilia. Succede di tutto, ma l'Atletico la spunta e conquista la vittoria

Calcio a 5: Coppa Sicilia. Succede di tutto, ma l'Atletico la spunta e conquista la vittoria

Gara pirotecnica all'Archimede: l' 8-5 per i "colchoneros" sigla il successo. LE FOTO

MONREALE, 28 settembre – Va in scena l'impossibile in casa dell'Atletico Monreale: una gara maschia sin dal primo minuto di gioco concede al pubblico uno spettacolo che non ci si sarebbe mai aspettati alla seconda partita della stagione. Gli otto gol contro il Resuttana San Lorenzo consegnano dunque ai monrealesi il primo successo dell'anno e la buona possibilità di proseguire il cammino in Coppa Sicilia.  

La formazione titolare schierata in campo da mister Davide Sorrentino è rapida, veloce e alimenta numerose azioni offensive impegnando più volte il portiere avversario con conclusioni in porta al limite dell'area. Le trame di gioco non tardano a dare i propri frutti: al minuto 9' Costantino insacca l'1:0 incrociando un tiro dalla destra che spiazza completamente l'estremo difensore. Nemmeno il tempo di esultare che arriva subito il raddoppio dopo solo 8 minuti, con il destro perfetto di Lo Giudice che su punizione buca la porta del San Lorenzo. Quello che succede da questo momento in poi è letteralmente ai limiti dell'incredibile: il San Lorenzo spinge, sfruttando le poche palle che l'Atletico concede con qualche leggerezza di troppo a centrocampo, e infatti trova il pareggio prima con Le Calze sugli sviluppi di una rimessa laterale e poi con l'esterno di Corsino sul quale Lo Bello, fino a quel momento insuperabile sui due tiri liberi concessi dal direttore di gara, non riesce (senza colpe) ad opporsi.

Siamo al 30', il pasticcio difensivo degli ospiti torna a far sorridere il pubblico di casa con il secondo centro di Costantino. A rovinare la festa, proprio sul fischio finale del primo tempo è il ritrovato pareggio dei laurenziani con Capitano. Alla mezz'ora di gioco le squadre rifiatano sul 3:3. 

La ripresa non smentisce affatto le aspettative quanto a reti: al 36' lo scatenato Costantino s'inventa una punizione da manuale che gli regala la tripletta personale. Il 5:3 lo festeggia proprio il capitano Tripolini che spinge in porta una palla geniale affidatagli da Citarda. Nonostante il gol trovato dagli avversari al 48', l'Atletico gioca sul velluto non mettendo mai in discussione l'esito della partita, indirizzandola mentalmente verso il successo. Nel secondo tempo sale in cattedra la visione di gioco e la cattiveria agonistica di Giammona  che da' l'impressione di averne il doppio di tutti e spinge avanti i compagni fino alla settima rete, meritatamente registrata da Citarda. Poi è lo stesso portiere Lo Bello che insacca il 7:4 a porta vuota dopo aver recuperato palla nella sua area. Il gol degli avversari del 7:5 con Le Calze  è solo una formalità: ci pensa il monrealese Lo Giudice  a chiudere le danze su un ripallo che carambola fortunosamente in rete. 

"Il risultato dimostra quanto crediamo di poter competere nel campionato di Serie C2 - afferma ai microfoni il mister dei colchoneros - La gara di sabato prossimo in trasferta a Favignana? Organizziamo le partite una alla volta e con impegno e lavoro le gioie arrivano". 

 Le foto della Gallery sono di Francesca Asja La Torre

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna