Oggi la commemorazione di Rosario Pietro Giaccone nel 31° anniversario dell’uccisione

Presto potrebbe avvenire la traslazione nel costruendo monumento ai caduti al cimitero. LE FOTO

MONREALE, 17 novembre – Quella di oggi potrebbe essere stata l’ultima commemorazione di Rosario Pietro Giaccone davanti la lapide che da 31 anni ne ricorda il sacrificio. L’anno prossimo gli onori militari al carabiniere ausiliario medaglia d’oro al valor civile, morto per mano mafiosa, potrebbero avvenire nel costruendo monumento ai caduti vittime della violenza, che il Comune ha intenzione di far erigere all’interno del cimitero cittadino.

Lo annunciato stamattina, illustrando il progetto, il sindaco Piero Capizzi, intervenuto alla cerimonia di commemorazione in occasione del 31° anniversario dell’uccisione di Giaccone.
Il monumento, per il quale sono già state avviate le opportune interlocuzioni con la Soprintendenza e in accordo con l’Arma dei carabinieri, sorgerà di fronte quello di Domenico Intravaia, un altro militare morto nel compimento del dovere in difesa della Patria e dovrebbe avere dei rapidi tempi di realizzazione, tanto da far auspicare, appunto, che la prossima commemorazione potrebbe avvenire presso la nuova sepoltura.

Stamattina a rendere gli onori a Rosario Pietro Giaccone, oltre ai familiari e al sindaco c’era il comandante del Gruppo Monreale, tenente colonnello, Luigi De Simone, il comandante della Compagnia, capitano Guido Volpe, quello della stazione maresciallo, Salvatore Biddeci.
Presenti anche le delegazioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri e quelli dell’Associazione Nazionale Polizia di stato.
Dopo il consueto rituale, con il quale davanti al loculo di Giaccone è stato apposto un fascio di fiori, monsignor Antonino Dolce, vicario della diocesi di Monreale ha recitato una breve preghiera.

Guardì
Studio Valerio
Ottica Nuova Visione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna