Sono di Altofonte, ma getto l’immondizia a Giacalone

Il fatto si è verificato oggi al bivio Fiore. Come lui, tanti cittadini di altri paesi limitrofi

MONREALE, 19 luglio – “Sono di Altofonte, nel mio paese facciamo la differenziata e allora ho pensato bene di gettare qui il mio sacchetto di spazzatura”. Si è giustificato così stamattina un cittadino, beccato al bivio Fiore, nella zona di Giacalone, mentre abbandonava un sacchetto di rifiuti in maniera scorretta, alimentando ad impinguare una delle tante discariche a cielo aperto che si sono formate in questi giorni a causa dell’inciviltà di tanti cittadini.

L’uomo è stato fermato ed identificato, giustificandosi con questa scusa puerile, che – ovviamente – ha aggravato la sua posizione ed ha fatto andare su tutte le furie il personale che lo ha colto sul fatto. Ovviamente parliamo di un gesto, brutto dal punto di vista etico, ma certamente lieve da quello penale. Indica, però, un comportamento, purtroppo ormai consueto per tanti cittadini di altri comuni, che scelgono Monreale come Eldorado per l’abbandono selvaggio dei loro rifiuti.
Il fatto, purtroppo, non è una supposizione, è una certezza. Il personale della ditta Mirto, infatti, in questi giorni ha proceduto al controllo di numerosi sacchetti, soprattutto nelle zone periferiche, quali Giacalone e Poggio San Francesco, trovando molti rifiuti gettati da utenti, oltre che di Altofonte, di San Giuseppe Jato, Borgetto e Palermo.
Una situazione non più tollerabile, tanto che è partita in quarta pure l’azione dei carabinieri, che da oggi sono sulle strade per esercitare un controllo più efficace, che ha già dato i suoi primi frutti. I militari hanno provveduto a multare qualche utente indisciplinato. Va ricordato che le sanzioni possono essere superiori anche ai duecento euro.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna