Miccini, travolto dalle fiamme in un canneto: muore un uomo di 81 anni

L’anziano di Altofonte è rimasto vittima del rogo che lui stesso aveva acceso

MONREALE, 14 giugno – Saranno gli accertamenti che il medico legale ha disposto a chiarire probabilmente la causa della morte di Rosario Marfia, 81 anni, pensionato, che stamattina è rimasto vittima delle fiamme che lui stesso aveva acceso nel tentativo di bruciare il canneto che cresceva all’interno della sua proprietà in contrada Manca Miccini, dalle parti dell’Acquapark.

L’uomo, originario di Altofonte, è morto per le ustioni, dopo essere stato avvolto dalle fiamme e dopo essere rotolato a valle, proprio perché ormai in preda al rogo.
A dare l’allarme ai carabinieri sono stati i familiari dell’anziano, non vedendolo arrivare all’ora di pranzo, preoccupati dalla sua assenza che aveva già destato sospetto. A ritrovare il corpo dell’uomo sono stati proprio gli uomini dell’Arma di Monreale che avevano iniziato le sue ricerche.
La salma, quindi, su disposizione del medico legale, è stata traportata all’ospedale Civico di Palermo per consentire il completamento degli accertamenti disposti dal medico legale.

Ottica Nuova Visione
Studio Valerio
Di Fulco - Macelleria