Finanziamenti per gli impianti sportivi? Non perdiamo questa opportunità

Intervengono Guzzo e Giuliano: “C’era quell’impianto polivalente di Grisì…”

MONREALE, 5 settembre – Un ordine del giorno da sottoporre al vaglio del consiglio comunale con cui chiederanno all'amministrazione di attivarsi per la partecipazione al bando con cui la Regione destina 145 milioni per il potenziamento di opere pubbliche in favore dei comuni e, dunque, per l'ottenimento di questa imperdibile opportunità.

 È quello che annunciano i consiglieri comunali di Forza Italia, Giuseppe Guzzo ed Antonella Giuliano, apprendendo la notizia del provvedimento del governo Musumeci con cui città metropolitane, liberi consorzi e comuni possono vedere finaziate delle opere pubbliche, in particolare impianti sportivi
“La Regione – scrivono i forzisti – ha destinato ben 145 milioni per il potenziamento delle opere pubbliche in favore dei Comuni. 80 milioni finanzieranno due graduatorie per lavori all'impiantistica sportiva e beni culturali; 35 milioni saranno destinati agli investimenti dei Comuni e i restanti 30 agli investimenti delle Città metropolitane e dei Liberi consorzi.
Come ben dice l'assessore Grasso “Una nuova boccata d'ossigeno per le amministrazioni locali che potranno rimettere in moto meccanismi virtuosi di investimento e sviluppo”. Che ne pensa di questa opportunità persa l'amministrazione? – aggiungono – Non sarebbe il caso (e anche ora) di tirar fuori dai cassetti la nostra proposta approvata in consiglio comunale nell'ottobre 2016 che prevedeva la realizzazione di un impianto sportivo polivalente nella frazione di Grisì e mai portata avanti dalla Giunta e magari estenderla ad altre parti del territorio prive di strutture sportive?

Non sarebbe stato magari ora il caso – concludono Guzzo e Giuliano – di predisporre progetti seri di riqualificazione urbana e di promozione culturale (soprattutto alla luce dei recenti mortificanti dati di affluenza turistica) e di partecipare a questi finanziamenti regionali per dare un nuovo slancio al territorio o si ha ancora intenzione di far passerelle, magari cimentandosi in attività di medio clamore mediatico in vista della prossima competizione elettorale ma di scarsa concretezza nel lungo periodo mentre la città e le sue frazioni rimangono prive di servizi importantissimi, adagiandosi sempre sul solito ritornello che non ci sono fondi?”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna