Un defibrillatore donato all’arcidiocesi di Monreale

Sarà destinato per la sicurezza al museo diocesano

MONREALE, 7 marzo - Prima della solenne investitura dei cavalieri e dame costantiniani, avvenuta sabato scorso in cattedrale e presieduta dal cardinale Renato Raffaele Martino Gran Priore e concelebrata dal Priore di Sicilia monsignor Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale e da monsignor Giorgio Demetrio Gallaro Eparca di Piana degli Albanesi, la principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie Gran Prefetto Costantiniano, accompagnata dal delegato vicario di Sicilia Antonio di Janni, ha consegnato un defibrillatore alla diocesi di Monreale.

Il defibrillatore, elettromedicale salvavita, eroga una scarica elettrica che ristabilisce il ritmo cardiaco e sarà destinato al museo diocesano e al duomo per un eventuale utilizzo da personale specializzato per un eventuale emergenza sanitaria come un arresto cardiaco.
Lo sforzo della delegazione Sicilia in questo settore è volto ad un eventuale aiuto ai visitatori di luoghi affollati come il duomo di Monreale e il visitatissimo museo diocesano. Durante la cerimonia di consegna del defibrillatore l’arcivescovo ha donato alla principessa un’acquasantiera. La principessa ha fatto omaggio all’alto prelato di una penna con lo stemma della Real Casa Borbone Due Sicilie.

Di Fulco - Macelleria
Ottica Nuova Visione
Studio Valerio