Cattedrale, sabato si inaugura l’organo a canne della cappella di San Castrense

Sarà benedetto dall’arcivescovo alle ore 19,15

MONREALE, 8 giugno – La comunità parrocchiale della basilica Cattedrale di Monreale si arricchisce di un nuovo organo a canne per il servizio liturgico. Fortemente voluto dal parroco don Nicola Gaglio, il nuovo strumento, collocato all’interno della Cappella dell’Eucarestia dedicata a San Castrense Patrono dell’Arcidiocesi e della città di Monreale, sarà benedetto dall’arcivescovo, monsignor Michele Pennisi sabato 10 Giugno alle ore 19,15.

Il nuovo organo è stato costruito artigianalmente dalla “Premiata Fabbrica d’Organi Cav. Francesco Zanin” di Gustavo Zanin di Codroipo (Udine), casa organaria fondata nel 1827, attualmente una delle più antiche e prestigiose “botteghe” italiane, specializzata nella costruzione e nel restauro di organi a canne e che poggia l’altissima qualità e la durata dei suoi strumenti sull’impiego di una metodologia artigianale secondo i principi dell’antica arte organaria italiana.
L’organo positivo in stile italiano ‘700, a trasmissione integralmente meccanica, è dotato di una tastiera di 51 note (tasti in legno d’abete ricoperti in bosso e ebano) e pedaliera di 12 note sempre unita alla tastiera, 5 registri reali per un totale di 197 canne. Cassa in legno di pioppo laccata in smalto e dotata di ante di chiusura con al centro lo stemma della Basilica Cattedrale e in alto lo stemma dell’Arcivescovo.
Disposizione fonica
1. Principale 8’
2. Ottava 4’
3. Quinta decima 2’
4. Flauto a camino 8’
5. Flauto in XII (soprani) 2’ 2/3

Altre caratteristiche: Accordatura eseguita in tondo con temperamento del tipo Tartini-Vallotti e con corista 440 Hz a 18°; intonazione secondo i criteri estetici barocchi, così come l’intera costruzione dell’impianto, della manticeria, condotti del vento, ventilabri, somieri, etc.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna