Liceo Basile-D’Aleo, si concludono i progetti di alternanza scuola-lavoro

Diverse le attività proposte, tanti gli studenti impegnati

MONREALE, 21 settembre – Si sono conclusi nel migliore dei modi con il completamento delle ore previste dalla legge i progetti di “Alternanza scuola-lavoro” condotti dal liceo classico-scientifico “Emanuele Basile” di Monreale.

Un’attività che, su scala nazionale, dal 2015 coinvolge tutti i ragazzi d'Italia che frequentano l'ultimo triennio delle scuole superiori, che cominciano un’esperienza lavorativa obbligatoria, una delle innovazioni più significative della legge 107 del 2015, che impone alla scuola di aiutare i ragazzi nella formazione per rendere tutti gli studenti consapevoli delle scelte per il loro futuro.

L'alternanza scuola-lavoro prevede 400 ore obbligatorie negli istituti tecnici e professionali e 200 ore nei licei, ore che possono essere svolte anche durante la sospensione delle attività didattiche. Per quel che riguarda il liceo di Monreale gli studenti possono scegliere tra diversi corsi ovvero quello orientato verso il mondo del giornalismo, realizzato grazie ad una partnership con Monreale News, tenuto dal direttore Enzo Ganci, quello che abbraccia le attività della biblioteca comunale, con la professoressa Maria Grazia Picicuto ed il percorso SBA (Sistema Bibliotecario di Ateneo) e percorsi universitari ( Fisica, Geologia, Chimica, Medicina legale e Cardiologia) i cui studenti sono guidati dalla professoressa Patrizia Gambadauro che si concluderanno il 30 settembre. Ci sono, infine i corsi sul volontariato a Monreale con Claudio Schiera ex studente del liceo Emanuele Basile e poi l'ultimo percorso sull’attività delle guide turistiche con a capo il professore del liceo Vincenzo Ganci.

Queste attività saranno pure al centro della prova d’esame di maturità, dal momento che gli studenti presenteranno un percorso proprio sulla alternanza scuola-lavoro nel quale esporranno il lavoro svolto durante il triennio.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna