Camporeale, un’anziana cade in una cisterna: la salva un passante

Giuseppe Falco

La signora vi era finita dentro forse a causa di una distrazione

CAMPOREALE, 29 agosto – Anziana cade dentro una cisterna d’acqua, ma la salva un passante. Ieri mattina erano circa le 9 quando, in via Calvario, Giuseppe Falco vede sprofondare nel vuoto G. L. B., una signora di 72 anni.

“Stavo passando con la mia auto – racconta il giovane – davanti al garage aperto ed ho visto la signora cadere dentro la cisterna”. Sembra, infatti, che la botola a pavimento, usata per ispezionare il livello dell’acqua, fosse rimasta aperta. E la signora, forse a causa di una distrazione, c’era finita dentro. “Ho avuto il tempo di fermare l’auto e scendere di corsa - racconta Giuseppe -. L’anziana era aggrappata ai bordi e rischiava di cadere nelle cisterna piena solo a metà. Immediatamente l’ho tirata su e mi ha abbracciato”. Tutto è durato pochi secondi, indispensabili però per scongiurare il peggio.

Al momento dell’incidente la signora, che vive insieme all’anziano marito, era da sola dentro il magazzino di via Calvario. La fortuna ha voluta, però, che la saracinesca fosse sollevata e che in quel preciso momento stesse passando il ventiquattrenne divenuto “eroe” un po’ per caso. Di sicuro la persona giusta al momento giusto. “Chiunque avrebbe fatto la stessa cosa al posto mio”, racconta il giovane camporealese. Dopo averla tirata su e messa a sedere, il ragazzo ha chiamato il 118. La signora lamentava, infatti un dolore al ginocchio. Trasferita in ambulanza all’ospedale civico di Partinico, ha riportato solo qualche escoriazione e lievi contusioni guaribili in pochi giorni. Più a lungo durerà certamente il ricordo di una disavventura finita bene per la provvidenziale presenza di un giovane cuoco emigrato in Germania, a Waldshut-Tiengen. Dove lavora anche il fratello.

In questi giorni Giuseppe si trova in vacanza a Camporeale con la sua famiglia: i Falco, che non sono nuovi a salvataggi eroici. Il padre, Calogero, è un volontario della protezione civile e dei vigili del fuoco da oltre un decennio. Nel settembre del 2009 trasse in salvo l'autista di un autocarro travolto da un torrente nei pressi dell'autostrada Palermo-Mazara del Vallo. Servizio per cui ricevette anche un encomio. Due anni prima, su un ponte di Gallitello, insieme ai carabinieri, riuscì a far desistere una signora dall’idea di suicidarsi. E a Partanna soccorso un ragazzino caduto dalla moto e finito in una pozza di benzina.

(fonte e foro: vallejatonews.it)

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna