Strisce pedonali nuova segnaletica nel centro storico, presto la pedonalizzazione

Critico Salvino Caputo: “Negli altri centri Unesco niente di tutto questo”

MONREALE, 3 febbraio – A partire da ieri, con l’apposizione dei cartelli e delle linee gialle e bianche poste a terra dalla ditta Forent di Roberto Flammia, la nuova destinazione di spazi per due stalli di grande dimensione per consentire il carico e scarico delle merci sino alle ore 10, uno stallo per i disabili e la destinazione di sei posti e dieci posteggi per moto per mezzora.

Tutto in piazza Vittorio Emanuele di fronte al duomo a toccare con la piramide a vetri posta sopra l’ingresso delle grotte. Un altro posto auto è stato destinato nei pressi del circolo Guglielmo per raggiungere le farmacie. L’altra novità è data dalla destinazione di una corsia viaria che obbligherà senza soste l’attraversamento delle auto provenienti dalla via Palermo, per piazza Vittorio Emanuele, via Roma, Salita Sant’Antonio, via Antonio Veneziano e nessuna svolta di fronte il bar Mirto. Un obbligo di transito che partirà con la delimitazione fatta con le fioriere dei commercianti per salvaguardare le pedonalizzazioni e suolo pubblico a destra e sinistra del percorso obbligato. Si tratta della direzione dell’addetto al traffico commissario capo Antonino Grippi e del comandante Luigi Marulli per un progetto ritenuto più a misura di cittadino e di turista.

Da rinviare invece la proposta avanzata dalle attività del quartiere Ciambra di pedonalizzare la via Arcivescovado e cercare alternative per il raggiungimento del parcheggio a valle in entrata e in uscita. Mentre la ditta Forent avrà il compito di visionare la segnaletica da rinnovare e la collocazione di paletti per la salvaguardia di stalli destinati ai diversamente abili nell’abitato. Seguirà la segnaletica di indirizzo che segnala un museo il chiostro e lo stesso duomo. A piazzetta Matteotti, frattanto, conosciuta dai monrealesi come “l’Arancio”, sono state dipinte le strisce pedonali.
Per l’assessore Gery Valerio: “Sarà il quartiere Carmine il prossimo obbiettivo per indirizzare il turista che parte da molto lontano, per avere scelto di visitare Monreale e i suoi tesori , e che provenendo da questo quartiere, attraversando piazzetta Vaglica viene a trovarsi con il segnale di divieto posto in via Dante, che proibisce di raggiungere il duom . Si tratta di creare quanto prima l’uscita in via Soldano ed evitare di trovarsi in piazzetta Vaglica da difendere assieme alle nuove attività che qui sono nate”.

Sulla questione della segnaletica dipinta per terra sul basolato fa sentire la sua voce di dissenso l’ex sindaco alvino Caputo:“ Evidentemente l’amministrazione comunale ha una visione tutta personale della tutela dei siti riconosciuti Patrimonio Unesco – afferma – Per quanto mi sforzi non credo che nei centri storici Arabo Normanni, come Cefalu’ e Palermo le rispettive amministrazioni abbiano permesso di segnare gli stalli per le autovetture con vernici, in particolare ove esistono storici basolati . Preannuncio un esposto per danni e chiederò alla Soprintendenza ai Beni Culturali e Architettonici se hanno espresso il parere per la posa di vernici sulle strade e sulle piazze del centro storico”.

 

Commenti  

#1 Vittoria 2018-02-04 10:23
come diceva una pubblicità di tanti anni fa :
Quadrati,Triang oli,striscie per terra, per me TUTTO FA BRODO!
... Ma che bel "PENTOLONE, PIENO DI succulento " MINESTRONE
(tutti ne mangeranno a sazietà)
VERA SPECIALITÀ del MULTI STELLATO "RISTORANTE MONREALE"
Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna