Notte Bianca Unesco, tanta gente in visita ai monumenti

Capizzi: “Iniziativa da ripetere con risultati incoraggianti e confortanti”

MONREALE, 11 marzo – Se i monumenti Unesco di Palermo sono stati presi letteralmente d’assalto, anche quelli di Monreale hanno riscontrato un cospicuo numero di visitatori, in occasione della “Notte Bianca”, organizzata come evento compreso nel programma di iniziative di “Palermo Capitale della Cultura 2018”.

Benché fosse passata abbondantemente la mezzanotte, Palazzo dei Normanni ieri brulicava di gente e piazza Indipendenza era un tappeto di macchine, con imbottigliamenti estenuanti a causa dell’enorme mole di gente che si è riversata dalle parti dei siti Unesco, aperti fino a tardi. Tantissima gente pure al Castello della Zisa e presso altri monumenti coinvolti nell’iniziativa.
A Monreale le presenze sono state pure abbastanza confortanti e, seppur con qualche sbavatura, la macchina organizzativa ha retto.
Consuete le frotte di visitatori che hanno ascoltato le sempre illuminanti spiegazioni di don Nicola Gaglio sui mosaici della cattedrale, che per un’ora e mezza ha sviscerato particolati e significati reconditi delle bellezze arabo normanne del duomo a numerosi ascoltatori arrivati anche da paesi vicini. Apprezzate inoltre le musiche proposte dai maestri Marco Intravaia e Danilo Pupella all’organo della cattedrale.

Preso d’assalto pure il fondo antico, sede di preziosissimi testi di un’epoca lontana, dove la bibliotecaria Ignazia Ferraro ha illustrato storie e segreti dei testi. Lunghe code al chiostro e tanta gente pure al complesso Guglielmo ed alla mostra di Van Gogh.
Insomma, un ‘esperienza da ripetere che certamente contribuisce ad elevare il livello culturale della cittadina e a dare una mano ai commercianti, rinfrancati da iniziative come questa.
“Si tratta di un primo passo, al quale faranno seguito degli altri – osserva il sindaco Piero Capizzi – la strada è tracciata e Monreale proseguirà su questa scia per dare impulso alla sua vita culturale ed aggregativa, nel solco della sua grande storia. Predisporremo delle altre attività in tal senso che hanno riscontrato il favore di numerosi visitatori, con risultati che ci confortano e ci incoraggiano ad andare avanti”.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna