Nuova rete ospedaliera, scongiurato il depotenziamento dell'Ingrassia

Geriatria e Ginecologia e Ostetricia diventano strutture complesse dipartimentali. Resta il nodo Ortopedia

MONREALE, 3 agosto – Con il voto della commissione regionale Sanità viene definita la nuova rete ospedaliera, che nella bozza iniziale vedeva il depotenziamento dell'ospedale Ingrassa. La commissione parlamentare Sanità, anche alla luce di indicazioni provenienti dai territori, ha rilanciato il nosocomio palermitano che assicura una utenza di oltre 250 mila persone e che rappresenta per Monreale un ineliminabile riferimento sanitario e di emergenza.

“Infatti la nuova rete sanitaria prevede il potenziamento – ha precisato Salvino Caputo che nei giorni scorsi aveva lanciato l’allarme – della Geriatria e della Ginecologia e Ostetricia che diventano strutture complesse dipartimentali. Resta da risolvere il delicato problema della Ortopedia che da struttura complessa è stata trasformata in struttura semplice con perdite di posto letto. Adesso – ha continuato Caputo – sarà necessario intervenire presso il Ministero perché rilanci l’Ortopedia dell’Ingrassa. Questo risultato di rilancio del nosocomio suscita soddisfazione in quanto viene riconosciuto il ruolo dell'ospedale nel nostro territorio. Dispiace prendere atto – ha concluso Caputo – che mentre per gli ospedali di Corleone è di Partinico la politica locale si è mobilitata per la difesa dei presidi ospedalieri, l’amministrazione di Monreale, nonostante il pericolo di depotenzianento dell'Ingrassia ha mostrato un totale disinteresse verso la difesa del presidio sanitario nonostante quello che rappresenta in tema di sicurezza e salute per i monrealesi”. '

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna