Monreale e Castellammare si mettono d’accordo, il1° ottobre Castrense Ganci rientra alla base

Cstrense Ganci

Capizzi e il “collega” Rizzo siglano un accordo consensuale per il ritorno a Monreale dell'ufficiale della Polizia Municipale

MONREALE, 9 settembre – Il comando scadrà il 30 di questo mese. Dal 1° ottobre Castrense Ganci non sarà più al vertice della polizia municipale di Castellammare del Golfo, comando retto dall’aprile del2017 e rientrerà a Monreale, con un incarico che stabilirà l’amministrazione comunale e che sarà fissato successivamente.

Si conclude, pertanto, l’esperienza nella cittadina trapanese dell’ufficiale, che, per la verità, in passato aveva ricoperto mansioni analoghe anche a Monreale, anche se, formalmente, con il ruolo di vicecomandante.
A determinare il ritorno di Ganci a Monreale sono state le interlocuzioni fra le due amministrazioni interessate: quella monrealese e quella castellammarese, che con un carteggio avvenuto nel giro di pochi giorni, si sono accordate per il suo rientro a partire dal 1 ottobre prossimo.
A richiedere il ritorno dell’ufficiale alla base era stato il sindaco di Monreale, Piero Capizzi che il 28 agosto scorso aveva scritto al “collega” della cittadina in provincia di Trapani, una nota avente per oggetto la “risoluzione anticipata della convenzione” riguardante proprio Castrense Ganci.
A stretto giro di posta, per la precisione mercoledì scorso, 5 settembre, Nicolò Rizzo, sindaco di Castellammare del Golfo, rispondeva accettando la richiesta di Capizzi, fissando la decorrenza del rientro di Ganci al 1° ottobre prossimo.
«Il sindaco di Castellammare mi aveva chiesto di rimanere – ha affermato Ganci al Giornale di Sicilia – il primo cittadino di Monreale però ha esternato l’esigenza di avermi a tempo pieno per esigenze di servizio».

Trapani fratelli
Studio Valerio
Ottica Nuova Visione