Un'auto parcheggiata male, il bus non passa e scoppia l'inferno dei clacson

Storie ormai ordinarie in via Venero per le quali sembra non esserci una soluzione

MONREALE, 28 novembre – Un film già visto. Ed anche decine di volte. Quello in cui un autobus dell'Ast non riesce a passare per colpa di qualche automobilista indisciplinato che parcheggia la sua auto in modo tale da non consentire il transito, col risultato di bloccare, a catena, tutto il traffico veicolare cittadino.

È successo anche oggi, sarà la milionesima volta che accade, in via Venero, all'altezza dell'asilo nido, dove un Suv Wolksvagen di colore blu, stazionava in un punto assai critico che rendeva estremamente difficile il passaggio del mezzo pubblico.
L'autista, per evitare di fare danno e inizialmente senza aiuto da parte di nessuno, ha cominciato a suonare, sperando che il “poco civile” automobilista si presentasse per togliere il mezzo. Nulla di tutto questo: a spostare il Suv non veniva nessuno. Le macchine che sopraggiungevano, ci vuol poco a raccontarlo, hanno cominciato a strombazzare, con gli automobilisti inferociti per essere rimasti intrappolati nel traffico.


Alla fine, quando la soglia di sopportazione aveva raggiunto ormai livelli parossistici, dopo almeno mezzora d'inferno, qualcuno dei presenti, armato di buona volontà, ha aiutato l'autista del bus ad effettuare la manovra e a transitare, col mezzo pubblico che sfiorava per un millimetro la macchina in sosta. Nessun vigile, nonostante il gran trambusto, era presente al momento o è arrivato dopo, nonostante le chiamate effettuate dai cittadini.
E allora, dal momento che queste scene (lo confermano i residenti) si ripetono con cadenza almeno giornaliera e dal momento che anche questi nostri articoli non fanno ormai nemmeno più notizia, la domanda è: ma è davvero impossibile trovare una soluzione, magari con una semplice piccola fioriera, con un vaso banale, in grado di impedire il parcheggio, ma non il transito dei bus, così come è successo all'incrocio tra la via Kennedy e la via Archimede? Sarebbe gradita cortese risposta.

Ottica Nuova Visione
Studio Valerio
Di Fulco - Macelleria