Il territorio invaso dai rifiuti ingombranti: ennesimo lavoro di bonifica degli operai della Mirto

Tonnellate di mobili dismessi con discariche a macchia di leopardo. LE FOTO

MONREALE, 9 luglio – Chili, quintali, tonnellate di rifiuti ingombranti. Una presenza che segna davvero un altissimo livello di degrado. Uno scempio continuo che, a macchia di leopardo, devasta e oltraggia il nostro territorio.

Oggi, per il semplice fatto che c’è un caldo torrido, è stata una giornataccia per gli impiegati della ditta Mirto. Figuriamoci poi quando si devono togliere dalle strade cumuli enormi di rifiuti ingombranti, dal volume così grosso, che si potrebbero erigere barricate per condurre le 5 giornate di Milano.
Materassi, armadi, divani, tavoli, di tutto e di più. Le foto che pubblichiamo sono abbastanza eloquenti. Non si fanno mancare nulla gli incivili: perfino i copertoni dismessi delle auto, che qualcuno getta via per strada, nonostante le procedure per lo smaltimento siano oggi anche abbastanza comode. Eppure, prevalgono l’inciviltà e la barbarie.
Diverse le zone perlustrate dagli operai: da quelle a ridosso del centro abitato di Monreale, a quelle un po’ più isolate dove probabilmente è più facile gettare a volontà senza essere visti e quindi senza pagare dazio. Particolarmente “gettonata” la frazione di San Martino delle Scale, con la borgata di Piano Geli in testa, vero e proprio ricettacolo di rifiuti d’ogni sorta, dove massimo è stato l’impegno degli addetti.
Eppure i sistemi esistono. Eppure lo abbiamo scritto decine di volte fino alla nausea: le procedure ci sono e vanno rispettate. Altrimenti il territorio sprofonderà sempre di più nel degrado.

 

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH