• Prima pagina
  • Cronaca
  • Politica
  • Santo D’Alcamo, dimissioni preventive da consigliere: “Non siederò al posto di Valerio, se si dimetterà”

Santo D’Alcamo, dimissioni preventive da consigliere: “Non siederò al posto di Valerio, se si dimetterà”

Santo D'Alcamo

“I ruoli di consigliere ed assessore devono restare separati”. In Consiglio toccherebbe a Sharon Segreto

MONREALE, 20 luglio – Santo D’Alcamo, assessore alle Manutenzioni, non subentrerà in Consiglio comunale qualora Gery Valerio, così come ha annunciato, dovesse formalizzare le sue dimissioni da consigliere comunale, dopo essere stato nominato anch’egli assessore.

Ad annunciarlo è stato lo stesso D’Alcamo, dopo aver protocollato una lettera scritta di suo spugno con la quale precisa di rinunciare a priori all’eventuale incarico di consigliere che gli toccherebbe nel caso, come detto, di dimissioni di Valerio, dal momento che è stato il primo dei non eletti nella lista Alternativa Civica alle amministrative del 2014.
“Ritengo che i due ruoli debbano rimanere distinti – afferma D’Alcamo – l’assessore deve collaborare con il sindaco nell’oneroso compito di amministrare la città, spendendosi quotidianamente. Al consigliere, invece spetta il compito di proposta e di controllo, ruolo altrettanto oneroso.
Pertanto, venuto a conoscenza delle dimissioni annunciate a mezzo stampa del consigliere Valerio, da poco nominato assessore, per le quali non posso che manifestare apprezzamento, rispetto a chi invece in passato ha preferito svolgere il doppio ruolo di controllore e controllato comunico di rinunciare all’incarico”.
Stando così le cose, se Valerio dovesse dimettersi da consigliere comunale, a subentrare sarebbe Sharon Segreto, seconda dei non eletti tre anni fa, che aveva ottenuto 214 voti di preferenza.

 

 

Ottica Nuova Visione
Trapani fratelli
Studio Valerio

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna