Safer Internet Day e cyberbullismo, ne è parlato alla scuola Guglielmo

Due giornate dedicate a queste importanti tematiche adolescenziali. LE FOTO

MONREALE, 9 febbraio - Il 6 e il 7 febbraio sono state due giornate particolarmente intense alla Guglielmo II. Gli studenti sono stati coinvolti in svariate attività volte alla sensibilizzazione verso tematiche attuali come quelle del bullismo e del cyber-bullismo.

Il 6 febbraio, Safer Internet Day, i ragazzi hanno riflettuto sui pericoli dei social e di una navigazione internet non ragionata.
Collegandosi al sito "generazioniconnesse.it" gli studenti sono stati guidati alla riflessione su errori che spesso commettono inconsapevolmente, per comprendere e conoscere meglio i pericoli della rete. Alla pagina "i super errori" sette super eroi dei fumetti attraverso le loro disavventure quotidiane vogliono insegnare come prevenire questi pericoli, utilizzando con consapevolezza e padronanza le risorse di Internet.
Il Web è un luogo meraviglioso ed è importante conoscerlo, navigarlo, passare del tempo in rete per coltivare passioni, amori o amicizie anche usando le chat… ma è importante che la chat non diventi un'abitudine di vita. E' importante trascorrere del tempo con gli amici incontrandoli.
Scattare foto e postare un selfie può essere un modo per condividere con gli altri come stiamo, per fargli sapere dove siamo e cosa facciamo. Ma spesso si pensa più al condividere il momento che a viverlo realmente. Non si pensa più ad apprezzare quello che c’è attorno a noi, a sentire le emozioni che ci circondano.
Molti ragazzi oggi non fanno attenzione a quello che gira sui social. Cliccano su tutti i link, condividono e commentano senza leggere il contenuto o verificare le fonti. Niente di più sbagliato!
I social permettono di condividere in diretta l’entusiasmo di un momento felice, i propri pensieri, le proprie emozioni. Ma quando si usano i social occorre riflettere sempre su ciò che si pubblica, con chi si condivide e chi si tagga.
In riferimento al progetto regionale "I-peers-bullo", i peers delle classi seconde e terze – studenti che hanno seguito una formazione specifica sui temi del bullismo - formati dalle docenti Liliana La Rocca e Anna Badagliacca, hanno intrattenuto gli studenti delle classi prime attraverso un cortometraggio ideato da loro stessi e recitato sulle note della colonna sonora "Assassin's creed".
I ragazzi, subito dopo, hanno intonato la canzone "Ciao bullo", un brano anti-bullismo composto dagli studenti di una classe di Lesmo vincitrice del Leone d'Argento alla Biennale di Venezia.
Gli insegnanti hanno infine invitato i loro allievi a cambiare l'immagine del proprio profilo sui social con il logo del Miur "Un nodo blu contro il bullismo a scuola".
Anche i bambini della scuola dell'infanzia della Badiella sono stati sensibilizzati a questi temi. Ad essi le mastre hanno proposto alcuni cortometraggi, come "L'unione fa la forza", cartone animato vincitore del concorso "Bulli di Cartone" realizzato dal Giffoni Film Festival. L'intensa giornata dei più piccoli si è conclusa con il video della canzone di Marco Mengoni "Guerriero".

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna