• Prima pagina
  • Sport
  • Il Monreale C5 non tradisce: l'Atletico Campobello va ko, è finale playoff

Il Monreale C5 non tradisce: l'Atletico Campobello va ko, è finale playoff

Finisce 5-2 dopo una partita che ha riservato grandi emozioni. LE FOTO

MONREALE, 13 aprile – Non sappiamo se questa stagione si concluderà con la promozione in serie B o se terminerà sabato prossimo. Non sappiamo se ci sarà ancora da gioire o se arriveranno dolori. Sappiamo solo una cosa: il Monreale calcio a 5 è una squadra con due attributi grandi così.

E oggi, di fronte all'Atletico Campobello, nel match valevole per la semifinale playoff del girone A, li ha tirati fuori e li ha messi sul tavolo. Con una partita vietata ai deboli di cuore ha vinto in rimonta, chiudendo sul 5-2, dopo essere stato in svantaggio per 2-1 fino a 11' dal termine. Ha sofferto, ha arrancato, ha sudato, ma alla fine ha portato il risultato a casa. Un risultato che gli consente di andarsi a giocare la finale del girone A, sabato prossimo contro la “bestia nera” Cus Palermo, in un impianto di via Altofonte nel quale, manco a dirlo, confluiranno tutti gli appassionati del futsal palermitano.

Decisamente un motivo di soddisfazione per la società e per la tifoseria biancazzurra, che dopo soli quattro anni di attività raggiunge un traguardo impensabile fino a qualche tempo fa. Merito di tutti: di una società che lavora con sacrificio, di un staff tecnico sempre vicino alla squadra, di un organico di prim'ordine che ha fatto onore al campionato, con un andamento costante e lusinghiero.
A proposito di onore: ne va reso tanto all'Atletico Campobello, che ha disputato un ottimo campionato e si è battuto a viso aperto fino all'ultimo minuto, dimostrando di aver meritato ampiamente il posto nei playoff.
Ed era stata proprio la formazione ospite a portarsi in vantaggio, dopo un primo tempo gradevole e godibile, fatto di diverse occasioni, Paci al 28' si presentava sul dischetto del tiro libero e infilava Peppe Giuliano con un rasoterra a fil di palo. E l'Atletico poteva pure raddoppiare con un altro calcio franco: ancora Paci alla battuta, ma stavolta il portierone del Monreale si riscattava e diceva di no. Le emozioni della prima frazione, però, non erano ancora finite: prima l'arbitro Martinico, con una decisione che è sembrata affrettata ha mostrato il doppio giallo e quindi il rosso a Giacomo Catalano, poi, in inferiorità numerica, il Monreale perveniva al pareggio con una bomba di Pitarresi che scaraventava in rete dalla distanza.
Nella ripresa quello che sembrava un sortilegio non pareva voler cessare: al 7' Gianmario Fuschi falliva un calcio di rigore che si era abilmente procurato. E 3' dopo arrivava pure il nuovo vantaggio del Campobello. Caglià scappava in mezzo alla difesa monrealese e batteva Giuliano con un tiro piazzato, ma velenoso.
L'Atletico, però, non aveva fatto i conti con la capacità di ripartire del Monreale, che prima pareggiava con Pitarresi al 19', poi passava in vantaggio con Sorrentino, che insaccava da pochi passi su assist al bacio di Marco Casamento. Tutto finito? Affatto. In pieno recupero Michele Palazzotto partiva come un treno ed insaccava il pallone del 4-2. L'apoteosi un minuto dopo quando ancora Pitarresi, per la sua tripletta personale, con l'Atletico schierato col quinto di movimento, insaccava da distanza siderale mettendo il sigillo definitivo ad una partita che lo ha visto protagonista assoluto.
Adesso l'appuntamento è fissato per sabato prossimo, quando di fronte ci sarà il Cus Palermo nella finale del girone A. Sarà un'altra sfida appassionante che seguiremo con trepidazione e trasporto.

 

 

Caputo verticale - amministrative 2019

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna