Supermaratona dell’Etna, la Marathon Monreale era presente

Si tratta di una delle corse più affascinanti del panorama nazionale

PIANO PROVENZANA (ETNA), 14 giugno – C’era anche la Marathon Monreale all’edizione 2021 della Supermaratona dell’Etna, la famosa 0-3000. Una gara dalle grandi difficoltà che inizia al livello del mare e si conclude su uno dei versanti dell’Etna. La gara si è disputata dopo due anni di assenza di gare per colpa del coronavirus.

La compagine monrealese non ha voluto “bucare” questo importante appuntamento, presentandosi con ben sette atleti, accompagnati dal presidente Nino Lo Iacono, che hanno preso parte ad una tra le più famose e dure maratone al mondo che si corre su un percorso quantomai suggestivo: partenza dalla spiaggia di Marina di Cottone e arrivo dopo ben 43 chilometri all’osservatorio vulcanologico dell’Etna quota 2970 metri.

Ai nastri di partenza di sabato mattina purtroppo per un grave infortunio verificatosi dodici ore prima del via non si è potuto presentare una delle punte di diamante della Marathon Monreale: Andrea Rizzo al quale una ecografia alla quale si è sottoposto a Catania ha riscontrato la lesione del tendine di Achille. A lui, ovviamente vanno gli auguri di tutti di una celere guarigione. Hanno invece ben figurato tutti gli altri compagni di squadra: iniziando da l’unica monrealese Zaira Martorana, che è riuscita a salire sul podio fermando il cronometro in 5:52:44”. Battesimo per Gery Sorrentino anche lui grande protagonista che per la prima volta indossa in una gara una delle maglie più prestigiose nell’ambito del podismo regionale. I primi ad arrivare a 3000 metri sono stati “il geometra volante” Silvio Termini, Simone Lo Re e il veterano Andrea Arcangelo. Per una contrattura durante la gara ha dovuto ritirarsi a Piano Provenzano Giulio Ferraro.

 

 

Ottica Nuova Visione
Di Fulco - Macelleria
Studio Valerio