Armi clandestine nella stalla, i carabinieri arrestano due fratelli palermitani

Avevano due Smith & Wesson, munizioni e una pistola a forma di penna

MONREALE, 5 novembre – I carabinieri del nucleo operativo di Monreale hanno tratto in arresto due fratelli per detenzione di armi clandestine. Si tratta di C.M. 27enne, palermitano, volto noto alle Forze dell’Ordine e di C.F. 31enne, anch’egli palermitano.

In particolare, i militari dell’Arma, hanno rinvenuto alle spalle delle stalle dove i due fratelli avevano i cavalli, in zona via Paruta, due revolver Smith & Wesson cl. 38 Special, 62 munizioni dello stesso calibro e una pistola a forma di penna in grado di sparare colpi calibro 22. Le armi e le cartucce erano in perfetto stato di conservazione e, per salvaguardarle, i due le avevano sigillate con sacchetti sottovuoto. La contestuale perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire l’apparecchio per confezionare sacchetti sottovuoto e due rotoli degli stessi sacchetti utilizzati per sigillare le armi.
L’autorità giudiziaria ha disposto che i due fratelli attendessero in regime di arresti domiciliari la convalida dell’arresto innanzi al Gip. Il giudice, in quella sede, ha convalidato l’arresto e C.M. ristretto al Pagliarelli di Palermo mentre C.F. rimesso in libertà in attesa di processo.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna