Cimitero di San Martino, dissequestrato il contatore Enel della fioreria Messina

Accolto il ricorso dell’avvocato Salvino Caputo

MONREALE, 6 luglio – Il tribunale per il riesame di Palermo, accogliendo il ricorso presentato dall’avvocato Salvino Caputo ha annullato il sequestro del misuratore Enel della rivendita di fiori Messina di San Martino delle Scale e il relativo provvedimento di convalida emesso dalla Procura della Repubblica di Palermo.

Lo scorso 14 giugno i militari della Stazione di Monreale, coadiuvati dal personale Enel, avevano posto sotto sequestro il misuratore di consumi a servizio della rivendita di fiori di Giovanni Messina, in quanto ritenuto alterato. Il reato veniva contestato a M. G. figlia di Messina. Il provvedimento di sequestro veniva contestualmente convalidato dalla Procura della Repubblica in quanto ritenuto casa pertinente al reato. L’avvocato Salvino Caputo aveva impugnato i due provvedimenti in quanto viziati da carenza di motivazione e perché non era necessario procedere al sequestro. Il tribunale per il riesame ha condiviso il ricorso del legale di Messina e dopo avere annullato sequestro è convalida ha disposto la restituzione del misuratore all’Enel.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna