SS.Crocifisso, ufficializzato il bilancio del comitato dei festeggiamenti

L’associazione spiega, voce per voce, il dettaglio delle somme impiegate

MONREALE, 13 maggio – Terminati i festeggiamenti del SS.Crocifisso che quest’anno hanno registrato l’appendice della processione-bis a causa dell’acquazzone di giorno 3, è tempo di bilanci, anche e soprattutto dal punto di vista economico.

Quest’anno, come Monreale News ha pubblicato prima della festa, il compito di raccogliere i fondi per garantire lo svolgimento delle manifestazioni folkloristiche se lo è assunto l’associazione “Festeggiamenti 3 maggio monrealese”, che oggi ha ufficializzato il conto consuntivo delle attività svolte in occasione dell’edizione di quest’anno della festa.
I conti dicono che l’associazione, grazie al contributo di diversi esercizi commerciali, liberi professionisti e privati cittadini, ha raccolto 12.557 euro. Di questi ne sono stati spesi 11.487. Il che significa che 1.070 euro sono rimasti a fondo cassa e che potranno essere utilizzati nella prossima edizione.
L’associazione, oltre a rendicontare sulle cifre generali, ha voluto pure scendere nel dettaglio, spiegando, voce per voce, la suddivisione delle spese sostenute. Queste sono state così ripartite: 2.750 euro per i carretti siciliani, 1.700 per le bande musicali dell’1 e del 2 maggio. La banda ingaggiata in occasione della processione di giorno 6, invece, ha avuto un costo di 1.200 euro.
Per il resto, il registro delle voci vede la spesa di 1.600 euro per i fiori della “vara” e la “ruota” anteriore. I tamburi che hanno animato i giorni di 1,2, 3 e 6 maggio, girando per numerose strade della cittadina, hanno avuto un costo di 1.800 euro. L’alborata di giorno 6 è costata 300 euro. Altri 300 sono stati destinati come offerta al Santuario del SS.Crocifisso, mentre 350 sono stati impiegati per il “tosello” e per l’addobbo della maiolica. L’associazione, inoltre, ha sostenuto una spesa da 500 euro per la sua costituzione ed altri 987 euro di impegni vari, comprendenti le spese di tipografia, quelle logistiche, quelle della pulizia strade dopo la sfilata dei carretti, ed altre varie. Le spese, peraltro, sono già state tutte onorate e regolarmente pagate. Il bilancio sarà trasmesso alle autorità civili, religiose e militari.
“Colgo l’occasione – afferma Salvatore Modica, presidente dell’associazione – per ringraziare ad uno ad uno tutti coloro che con grande impegno e con grande dedizione hanno lavorato per la riuscita di questa festa. Vorrei citare singolarmente i componenti di questa associazione: Ignazio Lo Presti, Rosario Tarallo, Fabio Adimino, Emanuele Modica, Fabrizio De Corcelli, Claudio Giallombardo, Antonino Sardisco, Michelangelo Sorrentino, Claudio Lupo, Luciano Lo Vecchio, Giovanni Rusticano e Gaetano Madonia.
Devo dire – prosegue Modica – che inizialmente il nostro compito sembrava come una salita ripida, ma poi, grazie all’aiuto del SS.Crocifisso, alla generosità della gente, la strada è diventata pianeggiante. Con garbo e trasparenza siamo riusciti a dare il nostro contributo per continuare la tradizione nel segno della devozione al nostro Crocifisso. Ritengo quindi molto positiva questa esperienza conclusa e conto di riproporla con le stesse persone per il prossimo anno”.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna