Nubifragio sul Monrealese, danni lungo le strade

Attivi gli uomini della ditta Mirto, quelli della Protezione Civile e dell’Overland. LE FOTO

MONREALE, 4 agosto – Il nubifragio abbattutosi oggi sul Monrealese ha causato, come spesso avviene, la rottura di diversi tombini e allagamenti ai quali la popolazione locale, purtroppo, è abituata in circostanze di condizioni meteo avverse.

 

A Pezzingoli, come testimonia la nostra foto, i rifiuti che si erano accatastati a montagne, a causa dei conferimenti selvaggi, hanno cominciato a galleggiare, sparpagliandosi per la carreggiata e creando non poche difficoltà alla circolazione stradale. A tal proposito la ditta Mirto, che gestisce il servizio di smaltimento per conto del Comune, fa sapere che per tutta la notte sarà attivo un servizio straordinario finalizzato alla sicurezza stradale per evitare che eventuali nuovi acquazzoni possano determinare ulteriori situazioni emergenza e pericolo.
Un grosso allagamento si è verificato, inoltre, presso l’abbeveratoio di vie Pietro Novelli, dove i tombini non hanno retto alla forza dell’acqua, determinando una vera e propria piscina che rendeva impossibile l’utilizzo della fontana alla quale vanno ad approvvigionarsi numerosi monrealesi.
Decisivo e tempestivo è stato l’intervento degli uomini dell’associazione di volontariato di Protezione Civile Overland, coordinati dall’ufficio Protezione Civile del Comune, che hanno provveduto a riportare la situazione alla normalità. Frequenti i contatti con gli uffici della Provincia per quel che riguarda la situazione delle strade extracomunali, particolarmente soggette ad allagamenti e presenza di detriti in coincidenza di nubifragi.
Per le prossime ore la centrale operativa dell’Overland sarà particolarmente attenta ad eventuali situazioni di emergenza.
Da registrare, infine, un fulmine che si è abbattuto sulla cattedrale, ma che, differenza di quello di qualche anno fa, non ha causato, fortunatamente, danni all’organo.

Ottica Nuova Visione
Studio Valerio
Di Fulco - Macelleria