Quel “ferro” che fa paura sui piloni del viadotto della SS624

Si trova nel tratto compreso tra Giacalone e Piana degli Albanesi. LE FOTO

MONREALE, 20 settembre – Chiamatele sindrome da “ponte Morandi” o “effetto Genova”. Sono quelle sensazioni di preoccupazione, pur senza arrivare alla psicosi, che nascono quando un viadotto appare in condizioni precarie.

Sotto questo aspetto non si può non parlare di quello della SS 624, la Palermo–Sciacca nel tratto tra Giacalone e Piana degli Albanesi. Un ponte altissimo, che sovrasta la vecchia strada che raggiunge il comune jatino, la SP20 e che, come documentano le nostre foto, non versa in condizioni ottimali. Anzi, per dirla tutta, il ferro che fuoriesce dal pilone, non invita certo ai migliori pensieri.
Anche un perfetto profano della materia sarebbe del parere che qualche intervento va fatto, o quantomeno, un continuo e costante monitoraggio. L’Anas, dal canto suo, fortunatamente, non ha messo nel dimenticatoio, la situazione della SS624 ed ha già disposto seri controlli sul tratto, che finora non hanno portato a provvedimenti restrittivi, tanto che l’arteria, un’importantissima via di comunicazione del territorio, è perfettamente percorribile. Questo fatto, però, con tutto il rispetto, è una magra consolazione: era percorribile anche il ponte Morandi di Genova ed è finita come tutti sappiamo. Né basterà incrociare le dita ed affidarsi allo “stellone”. Occorre non abbassare mai la guardia e prendere responsabilmente i provvedimenti consegueziali.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna