Emozioni ed applausi ieri sera per il concerto dei Dasvidania

“Suonare qui è come giocare in casa”. LE FOTO

MONREALE, 21 maggio – Il gruppo monrealese dei “Dasvidania” si è esibito ieri sera in Piazza Gugliemo in occasione della prima giornata della “Sagra del Pane di Monreale”, riscuotendo applausi e gradimento da parte del pubblico monrealese.

Fondatisi nel 1994, i Dasvidania, più di venti anni fa, così come oggi, intrattenevano il pubblico con la loro musica che spazia tra il rock e il folk, coniugando perfettamente alla tradizione di questo genere strumenti come il violino, la fisarmonica o il flauto traverso che caratterizzano la forte personalità e il distacco dall'omologazione della musica odierna.

Così, non tradendo la tradizione, ieri sera i fratelli Marcello e Davide Matera, il primo cantante e chitarrista d'accompagnamento e il secondo al violino, insieme a Filippo Cannino alla chitarra solista, Pietro Chiaramonte al basso e Giampaolo Terranova alla batteria, hanno unito tre diverse generazioni sotto il palco, offrendo uno spettacolo di qualità che ha fatto rivivere ai giovani di un tempo emozioni che sono state comuni a quelle dei ragazzi d'oggi.

Nonostante la piazza non fosse del tutto piena, i Dasvidania hanno stabilito una connessione empatica con la platea, che alla fine del concerto ha richiesto addirittura il bis dopo una corposa scaletta di brani ora energici ora misteriosi, tra assoli mozzafiato dallo stampo rock e sonorità più folkloristiche che hanno dato spazio a testi in dialetto siciliano.

Alla fine del concerto il gruppo è stato accolto dai propri amici in un momento di affettuosi saluti caratterizzati da una familiarità che solo nel proprio paese natale avrebbero potuto trovare; come detto dallo stesso Marcello Matera: “Suonare a Monreale è come giocare in casa. A Monreale ritrovi l'amico di un tempo che richiede quella canzone che non suoni più da anni.”

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna