Che emozione la nostra visita alla base dell’Aeronautica di Birgi

Gli studenti della Morvillo hanno vissuto un’esperienza indimenticabile. LE FOTO

MONREALE, 1 marzo - Il 23 febbraio noi alunni della scuola Morvillo, accompagnati dalle professoresse Sarro e Quadrante, ci siamo recati a Birgi, alla base dell’Aeronautica militare. La visita è stata organizzata dal Parlamento della Legalità. Con noi c’ erano anche ragazzi di altre scuole della provincia che hanno aderito a questa iniziativa.

Arrivati alla base, siamo stati accolti dal comandante colonello pilota Salvatore Ferrara, con il quale abbiamo avuto un dibattito sul tema della legalità. Ci ha illustrato l’organizzazione e i compiti di questo reparto delle Forze Armate, infatti il colonello ci ha spiegato che buona parte delle missioni sono rivolte ad aiutare i civili in caso di emergenze di varia natura. Abbiamo portato in dono un elaborato che noi alunni avevamo realizzato a scuola. Si tratta di una bandiera tricolore in gesso, sulla quale erano scritte alcune nostre riflessioni sul significato della parola legalità.

Successivamente, spostandoci col pullman, abbiamo visitato il resto della base e, in particolare, due hangar. Nel primo dei quali abbiamo visto alcuni modelli di aerei, tra cui uno non più utilizzato, sul quale ci è stato consentito di salire. Nel secondo hangar erano in sosta alcuni elicotteri, ne abbiamo visitato uno.
L’ esperienza diretta su questi mezzi dell’Aereonautica è stata emozionante e difficilmente ripetibile. In seguito abbiamo fatto la conoscenza di un pilota di elicotteri, il quale ci ha illustrato il funzionamento di questi mezzi. Questa giornata ci ha permesso di conoscere ed entrare in contatto con realtà a noi totalmente sconosciute e abbiamo capito l’importanza del lavoro che svolgono le Forze Armate.

* 3ª A scuola Morvillo

 

Riflessioni:
Avere vissuto questa giornata a Birgi ci ha permesso di comprendere ancora una volta che tutti possiamo fare, nel nostro piccolo, qualcosa per migliorare la società in cui viviamo, perché si comprenda l’importanza della legalità, bene prezioso per il quale tutti siamo chiamati a impegnarci.
Cecilia Pulvino 3°A

L’ufficiale, che ci ha accolti, ha fatto un discorso sulla guerra e sulla pace molto importante. Penso che ormai la mia generazione prende la guerra come un “gioco”, mentre invece è una situazione terribile, una privazione della libertà, un errore dei nostri antenati, nel quale noi non dobbiamo assolutamente più ricadere. In questa occasione ho riflettuto molto sulla guerra e sulla pace. Tutti i conflitti, alla fine, nascono dall’egoismo dell’uomo, per la voglia di ottenere maggiori vantaggi. La pace del mondo si ottiene se ognuno di noi è in pace con se stesso e con chi ci sta attorno; soltanto così potremmo avere la speranza di non dovere lottare più contro queste persone malintenzionate e avere un futuro migliore.
Elena Lo Bianco 3°A

Tutta l’intera gita a Birgi è stata molto emozionante. In principio, grazie a un filmato, abbiamo potuto capire di cosa si occupa l’Aereonautica militare. La parte più emozionante è stato il poter vedere dal vivo gli elicotteri e gli aerei che usano per il loro lavoro. Credo che sia una professione impegnativa e che richieda tanto coraggio e determinazione. Proprio una bella esperienza!
Giuseppe Leone 2°A

E’ stata un’ esperienza bellissima, ma il momento più significativo è stato la salita sul “FF2a” (areoplano di caccia) il comandante ha spiegato la funzione di tutti i tasti a noi sconosciuti.
Carlotta Lucchese 2 B

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna