Pulizia dei terreni dalle erbacce: c’è tempo fino al 15 giugno

Per coloro che non si saranno uniformati al provvedimento previste sanzioni pesanti

MONREALE, 5 giugno – Su invito dell’assessore alla Protezione Civile Nicola Taibi e del responsabile dell’ufficio Filippo Modica, entro il 15 giugno prossimo i cittadini che hanno disatteso l’ordinanza numero 18 del 13 aprile scorso, con la quale il sindaco invitava tutti a pulire i terreni incolti potranno bruciare stoppie, frasche, cespugli, residui di colture agrarie. Dopo di che scatteranno le sanzioni.

Va ricordato, infatti, che il sindaco Piero Capizzi, proprio col provvedimento del 13 aprile scorso, invitava tutti i proprietari di terreni in stato di abbandono, ubicati nel territorio comunale, a provvedere urgentemente, a propria cura e spese, per la relativa pulizia, diserbamento e bonifica. L’assessore alla protezione civile Nicola Taibi e il responsabile dell’ufficio Filippo Modica al fine di evitare situazioni di pericolo futuro, sensibilizzano i cittadini che hanno disatteso all’ordinanza, a provvedere entro il 15 giugno all’abbruciamento di stoppie, frasche, cespugli, residui di colture agrarie e di altre lavorazioni, di pascoli nudi, cespugliati o alberati e incolti. In caso di inadempienza, la Polizia Municipale, i Carabinieri, le Guardie Forestali e i Vigili del Fuoco si riserveranno ad attivare sistematici controlli circa gli adempimenti prescritti. Oltre altre alle eventuali responsabilità di carattere penale, saranno applicate sanzioni amministrative secondo quanto previsto dall’articolo 16 della legge 24.11.81 n° 689:
La mancata pulizia delle aree incolte: prevede, infatti, sanzioni da 25 a 500 euro. La mancata pulizia delle aree incolte interessanti fronti stradali di pubblico transito è punita con un’ammenda da 169 a 679 euro
La mancata pulizia delle aree incolte, da rifiuti vari presenti o depositati prevede sanzioni che vanno da 105 a 620 euro. Per procurato incendio nel periodo 15 giugno – 15 ottobre, infine l’ammenda va da 1032 a 10.320 euro.

 

Commenti  

#1 biagio 2017-06-05 18:34
Che Comune ridicolo!! Pensate prima voi a pulire le strade comunali anziché farlo noi a nostre spese! Autocontravvenz ionatevi anziché emettere ordinanze che i primi voi non rispettate! Riguardo i controlli: mai visto un controllo dalle nostre parti, malgrado diversi terreni abbandonati e diverse segnalazioni negli passati. Poi quando scoppia l'incendio automaticamente dovrebbero essere multati i proprietari dei terreni, ma non ho mai visto una cosa del genere.
Citazione
#2 Dario Bonura 2017-06-05 21:39
Citazione biagio:
Che Comune ridicolo!! Pensate prima voi a pulire le strade comunali anziché farlo noi a nostre spese! Autocontravvenzionatevi anziché emettere ordinanze che i primi voi non rispettate! Riguardo i controlli: mai visto un controllo dalle nostre parti, malgrado diversi terreni abbandonati e diverse segnalazioni negli passati. Poi quando scoppia l'incendio automaticamente dovrebbero essere multati i proprietari dei terreni, ma non ho mai visto una cosa del genere.

Bravo Biagio anch'io ho scritto un commento per la provincia latitante nel ripulire le strade
Citazione
#3 Riccardo 2017-06-05 23:13
Ogni anno ripeto la stessa storia, ma tanto il sindaco non la legge e la redazione di Monreale news non da risalto al fatto.
Ogni anno e ormai da diversi anni pongo al sindaco la stessa domanda senza ottenere risposta.
TUTTI QUEI TERRENI RUBATI AI CITTADINI PER OTTENERE LA LICENZA EDILIZIA E DEI QUALI IL COMUNE NON SI PRENDE CURA, CHI DEVE PROVVEDERE A RIPULIRLI VISTO CHE ORMAI APPARTENGONO AL COMUNE CHE, OLTRE A FARSI PAGARE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PER POI NON URBANIZZARE, SI APPROPRIA DEI TERRENI (CREDO SIANO DUE I COMUNI IN ITALIA CHE FANNO QUESTO)?
Sarebbe bello ottenere una risposta ed anche un articolo in tal senso da parte di Monreale News.
Citazione
#4 Dario Bonura 2017-06-05 23:50
Riccardo posso dirti pure che la redazione è di parte ..........i miei commenti o le mie puntualizzazion i su gli argomenti trattati non me li pubblica ...qusi mai ..... Dott Ganci mi dispiace notare tutto ciò con questo la saluto sarà che mi limiterò a leggere i vostri articoli e indignarmi ....senza poter dira la mia
Citazione
#5 Mario 2017-06-06 09:52
Articolo preciso, ma ancora più precisi(e veri) sono i commenti dati, e vergognoso, anche io ogni anno commento questo articolo avvisando che in via Adragna, vi è un abbandono dei terreni inaudito, ma ancor di più pericoloso, un' anno fa chiamai pure la protezione civile, si segnarono tutte le informazioni che gli diedi(penso) ma non si vide nulla e nessuno!
Ci aspettiamo (con Paura) che da un momento ad un'altro possa accendersi un grosso incendio, e visto le proporzioni dei terreni incolti fin davanti la strada, possa essere immenso.
speriamo che non succeda, ma questa rimane solo una speranza, visto il mancato sollecito dato ai proprietari, da parte delle autorità.
Citazione
#6 Dario 2017-06-06 13:46
Noi comuni cittadini abbiamo l’obbligo di ripulire i terreni entro il 15 giugno per prevenire gli incendi ….Ma la provincia che lascia le sterpaglie bordo strada per far l’esempio mio SP 68 bis ” via pezzingoli con l’erba alta 2 metri con il pericolo di incendi nelle vicinanze da abitazioni ,cabine ENEL cavi elettrici e telefonici condutture d’acqua e gas Metano……siamo alle solite barzellette Ma la provincia o i cantonieri ai quali con le nostre tasse paghiamo gli stipendi dove sono
Citazione
#7 biagio 2017-06-06 18:34
Signor Mario, mi dispiace contraddirla, perche' posso garantire che l'anno scorso la protezione civile unitamente ai Vigili Urbani, si sono attivati recandosi a casa di mio padre su invito del vicino x intimargli di tagliare degli alberi di siepe a limite recinzione, poiché davano fastidio al vicino. Non hanno tenuto conto che la siepe era all'interno della proprietà e che sono intervenuti in una strada privata dove non hanno competenza. Dirò di più, i solerti Vigili che allora non avevano mezzi si sono fatti accompagnare dalla protezione civile. Dopo tre sopralluoghi mio padre si è visto costretto a recidere gli alberi che a nessuno dei residenti davano fastidio. In un articolo che questa testata ha pubblicato la scorsa settimana sulla bonifica dell'eternit, si nota il sito di via Pezzingoli dove è stata effettuata la bonifica, invaso di sterpaglie tolte da un ragazzo di colore dal muro soprastante ed abbandonate sulla strada provinciale. Qui nessuno e competente e nessuno vede niente. Dove sono i controlli annunci iati in questo articolo? Quindi dolente x lei (anche perché io mi trovo nella stessa situazione) un o consiglio che mi permetto di darle e quello di ripulire a proprie spese il terreno degli altri al limite con il suo, cosa che io faccio ogni anno per evitare spiacevoli situazioni di pericolo. Purtroppo questo è il mondo dove viviamo. Buona serata.
Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna