La fontana del Pozzillo, dove il degrado regna sovrano

Liquami, sporcizia e tanti cittadini che vanno a farvi pipì. LE FOTO

MONREALE, 18 ottobre - Il luogo dovrebbe essere fra quelli di maggiore interesse storico e culturale. Invece è fra quelli più degradati del paese. Un potenziale fiore all’occhiello che si trasforma in emblema di incuria e di sporcizia.

È la fontana del Pozzillo, luogo simbolo della storia monrealese, che è diventato il simbolo della trascuratezza e dell’inciviltà. Passarvi accanto presuppone avere un olfatto forte e resistente ai cattivi odori, dal momento che quello che si propaga dal sito è davvero nauseabondo. Di questo fatto si lamentano a gran voce i residenti, privi di aprire le finestre per far cambiare l’aria alle loro case, perché appena ci provano negli appartamenti entra una puzza insopportabile.
A ciò ci aggiunga, purtroppo, la solita inciviltà delle persone che non si fanno scrupolo di abbandonarci i rifiuti nei pressi, soprattutto sulla scalinata attigua. Ma la “ciliegina” sulla torta arriva dalla pessima abitudine (sempre gli incivili protagonisti) che hanno tanti di andare a fare i loro bisogni, soprattutto nelle ore notturne. Chissà che ne penserebbe il grande poeta monrealese Antonio Veneziano che nacque proprio a pochi passi dalla fontana e che certo non immaginava di vede la sua città natale degradata proprio come questo scorcio di centro storico.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna