Restauro del Chiostro Benedettino di Monreale, questa mattina la consegna di lavori

Sarà garantita la fruibilità del sito da parte dei turisti, contemporaneamente al cantiere

MONREALE, 17 marzo - Sono stati consegnati questa mattina i lavori di restauro del chiostro dei Benedettini di Monreale, dall’assessore regionale ai Beni culturali e all’Identità Alberto Samone, presenti la sovrintendente ai Beni culturali di Palermo Selima Giuliano, il presidente del Consiglio comunale di Monreale Marco Intravaia e l’assessore comunale ai Lavori pubblici Geppino Pupella.

L’intervento, dell’importo di quasi un milione di euro, fondi reperiti nell’ambito del Po Fesr, serviranno a consolidare le colonne marmoree, alleggerire le coperture, abbattere le barriere architettoniche. I lavori dureranno un anno, ma i rappresentati della ditta appaltatrice hanno assicurato la fruibilità del sito da parte dei turisti, contemporaneamente al cantiere, quando le condizioni pandemiche lo renderanno possibile.
“Portiamo a compimento - ha detto l’assessore Samonà - un importante intervento di riqualificazione di uno dei tasselli preziosi del complesso monumentale normanno, fra i luoghi più frequentati dai visitatori di tutto il mondo”.

“I lavori di restauro del chiostro – ha commentato Intravaia – sono l’emblema di una Sicilia che riparte, credendo e investendo sul suo patrimonio. Il chiostro benedettino di Monreale è uno dei luoghi più rappresentativi dell’intera Sicilia. Il governo regionale, ancora una volta, dimostra attenzione al territorio e ai cittadini che attendono un rilancio della loro terra, dopo i mesi estenuanti della pandemia. Ringrazio l’assessore Samonà e il presidente della Regione Nello Musumeci per la sensibilità ininterrotta nei confronti della nostra città”.
Nel corso della consegna, il presidente Intravaia ha accompagnato l’assessore Samonà e il sovrintendete Giuliano in un sopralluogo nei locali del Dormitorio dei Benedettino, così da predisporne una futura fruibilità dello spazio.

 

 

Ottica Nuova Visione
Studio Valerio
Di Fulco - Macelleria