Eureka Evolution

Il valore della memoria filo conduttore di “Storie di libri tra Palermo e Monreale”

La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, si è aperta stamattina in aula consiliare. LE FOTO

MONREALE, 24 novembre – La memoria del passato come strumento necessario per capire il presente e per guardare con fiducia al futuro. È questo il leit motiv di “Storie di libri tra Palermo e Monreale”, manifestazione organizzata dal Comune in collaborazione con gli istituti scolastici del territorio.

L'iniziativa, per la cui organizzazione gli organizzatori hanno dato vita a numerosi incontri preparatori, si è aperta stamattina in un'aula consiliare gremita di gente, alla presenza del sindaco Piero Capizzi, del vice Giuseppe Cangemi e del'assessore alla Pubblica Istruzione, Paola Naimi. Presenti i rappresentanti di tutte le scuole monrealesi per una kermesse che ha coinvolto tutti e che si pone come appuntamento fondamentale nel percorso formativo degli studenti monrealesi.
“Grazie alla grande partecipazione di tutti voi che avete reso importante questa edizione – ha dichiarato il primo cittadino nel corso del suo intervento di saluto – che quest’anno abbiamo dedicato alla memoria, per ricordare fatti e personalità, protagonisti di eventi storici nella nostra città. Ringrazio i miei assessori, i dirigenti scolastici e i docenti che si sono prodigati per portare avanti questa iniziativa .”
“Il libro ha un ruolo determinante – ha continuato il sindaco Capizzi – perché attraverso i testi si tramanda la storia della nostra città. Il mio invito è quello di attribuire una grande importanza ai testi soprattutto antichi ed in questo un grande ruolo è affidato ai docenti e noi oggi siano orgogliosi e li ringrazio per quello che fanno per la valorizzazione della nostra cultura”. Capizzi ha espresso pure un ringraziamento al vescovo monsignor Michele Pennisi e a Don Nicola Gaglio, arciprete della cattedrale per l’apertura della cappella Roano del Duomo con le visite guidate a cura della scuola Veneziano.

Il sindaco Capizzi, dopo il suo intervento ha donato ad ogni delegazione studentesca una copia del libro della memoria. I lavori sono stati moderati dall’’assessore alla cultura Giuseppe Cangemi che ha coordinato sin dall’inizio tutte le edizioni della manifestazione che ormai va avanti da tre anni ed ha ottenuto una grande risonanza. Il sindaco Piero Capizzi e gli assessori Cangemi e Naimi hanno ringraziato tutti coloro che hanno collaborato e soprattutto il coordinamento tecnico composto Antonella Lo Presti, Romina Lo Piccolo, Maria Grazia Scognamiglio, Alessandra Di Benedetto, Salvina Catalano, e Salvo Venturella. Anche l’assessore alla Pubblica Istruzione Paola Naimi ha invitato tutti ad apprezzare i lavori dei ragazzi che con grande emozione e determinazione si sono impegnati per riuscire a realizzare dei lavori che hanno presentato nel corso della giornata e che certamente rimarranno come testimonianza di una giornata di grande cultura per il rilancio e la valorizzazione di Monreale città d’arte e cultura.
A seguire gli studenti che hanno aderito alla manifestazione hanno presentato i loro lavori, fra questi: l’Istituto Basile- D’Aleo e il Liceo Basile, la Direzione didattica Pietro Novelli, l'Istituto Comprensivo Statale Margherita di Navarra, l’Istituto Comprensivo Statale . "Francesca Morvillo" , l'Istituto .Comprensivo Statale. "Antonio Veneziano, istituto comprensivo Guglielmo l'Associaizone TE.M.A. e l’Associazione il Quartiere.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna